A- A+
Milano
Inter, 8 maggio esame di riparazione. Fino ad ora ipocrisia, bugie e stupidità
Lapresse

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.10 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

Di cavolate ne ho sentite tra ieri e oggi, sulla questione dei tifosi dell'Inter in piazza Duomo. Eppure più che le cavolate sull'ordine pubblico (prime fra tutte quelle del prefetto, e adesso vi spiegherò perché), sento puzza di ipocrisia. Iniziamo dal fondo. Per difendere l'indifendibile Anna Scavuzzo dagli attacchi della Lega si tira fuori che i leghisti interisti erano in piazza Duomo a festeggiare. Domanda: e perché questo dovrebbe importarmi? Non è che se c'erano i leghisti allora io non posso chiedere le sue dimissioni o - peggio - la piazza è giustificata. Il leghista in piazza non giustifica la piazza. Non è che io non posso dire che quella roba in centro non si poteva fare. Poi c'è Massimo Galli, che non perde l'occasione, come una velina brutta (mi si perdoni, ma almeno sulla parte estetica non est disputandum), di discettare di tutto. Ed essendo interista e di sinistra che cosa dice? Che i contagi risaliranno per altri motivi. Ormai siamo alla politica pura su questioni mediche. Politica prima della sanità: e non è la prima volta, anzi è l'ennesima. Politica contro il buon senso. Il buon senso avrebbe imposto di lanciare messaggi per almeno una settimana prima della vittoria dello scudetto, dicendo di non andare in Duomo, avrebbe imposto di individuare luoghi alternativi (quali? Non faccio io né il sindaco né il vicesindaco né il prefetto), avrei voluto vedere post su Facebook, e Instagram, e magari anche una campagna di comunicazione più utile di MilanoMix che non si capisce che cosa voglia dire. Attenzione: non sto dicendo che Beppe Sala è un cattivo sindaco. Assolutamente no. Chi mi conosce sa che stimo Beppe Sala, anche e soprattutto a livello umano. A livello politico ha fatto cose buone e cose cattive, come tutti i sindaci. Ma quando difende la Scavuzzo per le cose che non ha fatto in questi cinque anni, beh, allora sbaglia. Sbaglia di grosso.Finiamo con il Prefetto. Fa un comunicato che è un orrore: un errore dietro l'altro. Idranti? Sgomberi con i manganelli? Ma di che cavolo stiamo parlando? Quella è la repressione. Qui invece parlavamo di prevenzione: evitare che arrivassero in piazza. Lanciare appelli. Fare quanto era possibile per evitare, dopodiché non si possono tenere le persone recluse con la forza, questo è certo. Ma è stato fatto quanto era possibile per evitare? Aggiungo che il problema fosse noto si evince dal fatto che ci si stava adoperando per spostare l'orario della prossima partita proprio per evitare assembramenti. Ah, a proposito, l'8 maggio, è prevista la festa scudetto. Vediamo di far meglio, per favore.

Commenti
    Tags:
    interscudetto interfesta scudetto inter
    Loading...









    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    "È ossessionato....". Salvini zittisce (ancora) Letta
    La Budapest comunista e i ladri italiani di opere d’arte
    La transizione energetica sprona il business di Sorgente Group
    Carlo Petagna*


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.