A- A+
Milano
La meraviglia di Bizzi a NY: 88 piani di orgoglio italiano

di Fabio Massa

C'è una bandiera italiana in più che sventola a New York. Nella mattinata newyorkese, infatti, è stata completata la struttura di uno dei più alti edifici residenziali di New York. Il "topping out" dell'edificio ha visto una cerimonia durante la quale sono state issate le bandiere italiana e americana sulla sommità della struttura. 

Il nuovo edificio di 88 piani, realizzato da Bizzi & Partners Development in collaborazione con Cindat Capital Management e New Valley, è a un solo isolato dall’One World Trade Center. Bizzi è a capo dell'ambiziosissimo progetto immobiliare di Sesto San Giovanni, con il recupero delle aree Falck e il sogno di far diventare la periferia di Milano un luogo di eccellenza globale.

Per quanto riguarda New York, la Bizzi & Partners Development ha quindi completato la struttura del 125 Greenwich, uno dei più alti edifici interamente residenziali di Manhattan. Realizzato in collaborazione con Cindat Capital Mangement e New Valley, il 125 Greenwich è destinato a diventare uno degli edifici iconici di Lower Manhattan grazie alle particolarità scelte dall’architetto Rafael Viñoly per la facciata dell’edificio. 

Come vuole la tradizione, sono state issate sulla sommità dell’edificio di 88 piani due bandiere, quella italiana e quella americana, per sottolineare il carattere internazionale del progetto. All'evento hanno preso parte diverse autorità italiane e statunitensi tra cui Francesco Genuardi, Console Generale d’Italia a New York, e Howard M.Lorber, uno dei consiglieri economici del Presidente Trump, oltre a esponenti del mondo della finanza e alle diverse maestranze che hanno contribuito alla realizzazione dell’edificio.

125 Greenwich Street, che si trova ad un solo isolato dall’One World Trade Center, una delle zone più attrattive di Lower Manhattan, è stato progettato con eccezionale maestria e con una particolare attenzione per i dettagli e per il design degli interni.  L'edificio si caratterizza per le facciate progettate da Rafael Viñoly e per gli interni ideati dal duo britannico March & White di cui il 125 Greenwich rappresenta il primo importante lavoro negli Stati Uniti.

DavideBizzi 480x640px
 

“Questo progetto, prossimo alla conclusione, è un ulteriore importante contributo alla trasformazione della nuova Downtown – ha dichiarato Davide Bizzi, CEO di Bizzi & Partners Development – La collaborazione con Rafael Viñoly ci ha permesso di realizzare un edificio iconico sia per le particolarità architettoniche della facciata, sia per la collocazione delle diverse amenities a disposizione dei residenti. Piscina, palestra, Spa e spazi comuni sono stati posizionati negli ultimi tre piani dello stabile. Si tratta di una soluzione altamente innovativa. Questo ha permesso al progetto di raccogliere, fin da subito, il consenso della comunità finanziaria e degli operatori real estate”. 

L’intero sviluppo ha richiesto un investimento di circa 810.000.000 di dollari di cui 473.000.000 finanziati da United Overseas Bank, Bank of China, China Merchant Bank e Wing Lung Bank, a cui si aggiunge un mutuo da 78 milioni di dollari erogato da China Cinda (HK) Asset Management Ltd.

Nella progettazione del 125 Greenwich, l’architetto Viñoly ha colto l'occasione per creare un edificio caratterizzato da una struttura alta e snella, che richiama i palazzi circostanti. Il nuovo complesso spicca per la presenza di due colonne in cemento a vista che corre lungo tutta l'altezza dell'edificio e per gli angoli realizzati in vetro ricurvo che permettono di avere un’ampia visuale sullo skyline di New York.

Sono 273 le unità immobiliari che vanno dai monolocali, agli appartamenti con tre camere da letto. Un'attenzione particolare è rivolta agli spazi comuni (Spa, palestra e amenities), che i progettisti hanno voluto collocare all’ultimo piano dell’edificio, permettendo così ai residenti di godere di una vista unica sulla città. La palestra e la piscina del 125 Greenwich sono le uniche di tutti gli Stati Uniti ad essere collocate ad oltre 250 metri di altezza. 

Negli Usa Bizzi & Partners Development ha concluso e sta sviluppando diversi progetti per oltre 3.000.000 di piedi quadri il cui Gross Asset Value ammonta a circa $3.500.000.000 USD, arrivando ad occupare più di 870 maestranze per la realizzazione dei principali sviluppi quali il 565 Broome Street Soho e il 125 Greenwich. La società è attualmente impegnata nella realizzazione di diversi progetti a New York, Miami e Fort Lauderdale, ma il team della Bizzi & Partners Development, ha iniziato ad esplorare opportunità sulla West Coast. 

fabio.massa@affaritaliani.it

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    bizzinew yorkone world trade centergrande melabizzi & partners development






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Covid, l'Italia? Laboratorio del capitalismo terapeutico su scala planetaria
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Lo Sportivo Straniero in Italia: Importante Convegno
    Mascherina all'aperto, simbolo dell'alienazione e uniforme dei sudditi
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.