A- A+
Milano
La sfida di Mariani a Seregno: mi candido a sindaco gratis (cioè, senza stipendio)

In politica, oggi più che mai, occorre essere coerenti e limpidi. “Ecco perché - ha dichiarato stamane il candidato sindaco del polo moderato di centro, Noi per Seregno, Area Popolare Udc-Ncd, Tiziano Mariani – desidero rendere ufficiale una scelta che costituirà il mio primo atto come Sindaco di Seregno: rinunciare completamente all’indennità di carica, pari oggi a 39.239,28 euro lordi.”

“Chiederò alla Giunta, alla sua prima riunione di insediamento – spiega Tiziano Mariani – di ratificare la mia proposta, individuando il settore del bilancio comunale cui far confluire gli importi dell’indennità di carica ai quali rinuncerò totalmente.” “Questa dichiarazione – chiude Tiziano Mariani – costituisce un impegno pubblico con i cittadini seregnesi al quale non potrò sottrarmi. Ho il mio lavoro e vivo e lavoro a Seregno. Non ho bisogno di un altro stipendio per dedicare parte del mio tempo all’amministrazione della città, che per me è e resta una scelta di passione. Faccio un appello, piuttosto, a tutti gli altri candidati alla poltrona di sindaco di Seregno affinchè compiano anche loro questo gesto a beneficio diretto della città e a dimostrazione del fatto che si può, anzi si deve, fare politica per tanti motivi, ma certo non per garantirsi uno stipendio. Sfido tutti ad avere il coraggio e la medesima limpidezza del mio atto."

Tags:
marianiseregnogratisstipendio






A2A
A2A
i blog di affari
Mattarella e Draghi, immagine dell’Italia responsabile e pragmatica
Di Ernesto Vergani
Incostituzionale l'indeducibilità dell'IMU per le imprese: ora i rimborsi
Matrimonio tra Pascale e Turci, l'altro significato...
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.