A- A+
Milano
Le prodigiose ma ancora poco conosciute risorse dell'Ossigeno-Ozono Terapia
Dario Apuzzo: l'Ossigeno-Ozono Terapia (Mind Edizioni)

Le prodigiose ma ancora poco conosciute risorse dell'Ossigeno-Ozono Terapia

Sono talmente numerosi, ed efficaci, gli usi dell'Ossigeno-Ozono Terapia che ci si chiede perché il  grande pubblico la conosca ancora così poco. E perché il sistema sanitario ne parli così poco. A pensar male si fa peccato, ma a volte ci si azzecca, diceva un politico dalle orecchie a sventola del recente passato. Sarà che questa terapia è in grado, in molte situazioni, di sostituire la più costosa e gratificante (dal punto di vista dei budget delle aziende sanitarie) chirurgia?

Un solo esempio: l'ernia discale – una delle patologie più diffuse - il più delle volte viene risolta da alcune sedute di Ossigeno-Ozono Terapia, senza andare in sala operatoria. Non sempre, ovviamente, ma il più delle volte, che è già molto.

Ossigeno-Ozono Terapia. Perché può salvarci la vita: il libro di Dario Apuzzo per Mind edizioni

Il “magico mondo” dell'Ossigeno-Ozono Terapia (“magico” ma pur sempre rigorosamente all'interno della scienza medica approvata dal sistema sanitario pubblico) ci viene fatto scoprire in tutte le sue opportunità dall'ultimo libro di Dario Apuzzo (Ossigeno-Ozono Terapia. Perché può salvarci la vita, Mind Edizioni, pag 192, €16,50; anche in versione ebook, € 9,99), fisiatra romano che la pratica da 28 anni e di questo metodo è uno dei principali esperti italiani ed europei, come presidente dell'Airo (Accademia internazionale di ricerca in Ossigeno-Ozono Terapia) fondata nel 2015 e docente all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Ossigeno-Ozono Terapia e autoemoinfusione

La OOT, come viene chiamata in gergo, può essere usata per numerose patologie dell'apparato respiratorio, del naso, dell'orecchio e della gola, ortopediche, urologiche, vascolari, estetiche (ad esempio la cellulite). Per non parlare del fiore all'occhiello della terapia, l'autoemoinfusione (“grande” o “piccola”), che consiste nel prelievo di una modica quantità di sangue venoso a cui fa seguito l’arricchimento con una miscela gassosa di ossigeno-ozono all’interno dell’apposita sacca di prelievo (a circuito chiuso); contemporaneamente avviene la miscelazione del sangue e infine la reinfusione nel paziente. Questa tecnica consente di ossigenare il sangue, con conseguente  miglioramento della circolazione sanguigna e dell'ossigenazione di tutti i tessuti.  In sostanza un'azione rigenerante, con miglioramento del tono umorale e muscolare e uno stimolo sul sistema immunitario, regolarizzandolo e aumentando le difese del nostro organismo.

Una tecnica naturale per raggiungere il benessere senza farmaci

Con un linguaggio intuitivo e diretto Dario Apuzzo ci spiega gli infiniti campi di applicazione di una tecnica naturale che consente di raggiungere uno stato di benessere senza l'utilizzo di farmaci, che migliora la compliance a livello polmonare, la vascolarizzazione, l'apporto di ossigeno al sangue e l'apporto del sangue ai polmoni. Informazioni scientifiche e storie cliniche, tecniche di approccio alla terapia e indicazioni terapeutiche si fondono in una lettura carica di informazioni e risposte alle domande, curiosità, incertezze sia di chi si avvicina per la prima volta all’OssigenoOzono Terapia per sottoporsi a una seduta, sia del medico intenzionato a praticare questa disciplina.

Commenti
    Tags:
    dario apuzzomind edizioniossigeno-ozono terapiaozono






    A2A
    A2A


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.