A- A+
Milano
Legge 194 sull'aborto, il consiglio lombardo boccia la mozione dei Radicali
Regione Lombardia

Legge 194 sull'aborto, il consiglio lombardo boccia la mozione dei Radicali

Nel corso della seduta pomeridiana di ieri il Consiglio regionale ha discusso una proposta di legge di iniziativa presentata da Michele Usuelli (+Europa-Radicali) sull’applicazione della legge 194 sull’aborto “in tutto il territorio regionale” ma, in seguito alla bocciatura a maggioranza di tutti gli articoli del provvedimento, non è stata sottoposta al voto finale. Il progetto di legge, che fra le altre cose prevedeva l’eliminazione dell’obbligo di ricovero per l’aborto farmacologico e trattava temi quali la riqualificazione dei consultori familiari e la continuità terapeutica nelle strutture accreditate, era stato promosso da diversi soggetti tra cui l’Associazione Luca Coscioni, i Radicali Italiani e l’Associazione Enzo Tortora Radicali Milano. Prima di essere depositata, la proposta aveva raccolto 8436 firme.

"Come gruppo Lega in Regione Lombardia siamo assolutamente a favore della procreazione -commenta la consigliera regionale Francesca Ceruti - ma senza voler imporre alcun tipo di decisione alle donne in gravidanza. Riteniamo, infatti, che la donna in gravidanza, a cui spetta comunque la decisione finale, debba essere non solo tutelata ma anche messa nelle condizioni di poter valutare consapevolmente tutte le conseguenze delle proprie scelte. Abbiamo votato no a questo Progetto di Legge, - prosegue Ceruti- perché riteniamo che sia basato su una metodologia che non condividiamo. Un progetto che, così come è stato concepito, oltre ad essere lacunoso, manca anche della completa copertura finanziaria"

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    legge 194abortoregione lombardiaradicali






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
    LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
    Di Ernesto Vergani
    Vaccini obbligatori ai bambini, che cosa fare quando l'ex coniuge si oppone
    di Avv. Maria Grazia Persico*


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.