A- A+
Milano
LEO Pharma acquista i farmaci dermatologici di Bayer e il sito di Segrate

LEO Pharma acquista i farmaci dermatologici di Bayer e il sito di Segrate

LEO Pharma annuncia oggi di aver concluso l’acquisizione dell’Unità di Bayer dei farmaci dermatologici soggetti a prescrizione. Un’operazione che in Italia porterà una crescita di fatturato annuo di circa 23 milioni di Euro, stimata nel 2019 di circa 10 milioni di Euro, e che riguarda terapie topiche su prescrizione per il trattamento di acne, infezioni fungine della pelle, rosacea e una gamma di steroidi per uso topico. L’acquisizione non comprende il portfolio dei prodotti dermatologici da banco.

All’azienda danese passa anche la proprietà del sito produttivo italiano di Segrate, alle porte di Milano, polo di eccellenza nel settore che impiega oltre 200 persone.

Questa acquisizione consente a LEO Pharma di espandersi significativamente in mercati chiave nel mondo e di ampliare le proprie aree terapeutiche. Il portfolio dei farmaci dermatologici prescrivibili di Bayer aggiunge nuove aree di trattamento complementari a quelle già esistenti e rafforza il business di LEO Pharma in tutto il mondo. LEO Pharma acquisisce i diritti sui prodotti a livello globale, ad eccezione di Afghanistan e Pakistan, e assumerà il controllo delle attività di vendita e marketing in 14 Paesi. L’acquisizione include lo stabilimento di Segrate in Italia e un totale di circa 350 dipendenti nel mondo, dei quali oltre 200 sul territorio italiano, tra Segrate e la sede di LEO Pharma.

«Siamo davvero entusiasti di questa nuova, importante tappa nel percorso di crescita di LEO Pharma – afferma Paolo Pozzolini, Amministratore Delegato di LEO Pharma Italia – che porta con sé nuovi prodotti che vanno ad ampliare il nostro portfolio e la nostra area di attività, ma anche nuove risorse che rinforzeranno la nostra ‘squadra’, arricchendola di competenze e di un bagaglio esperienziale d’eccellenza. Tutto questo rappresenta un grande passo avanti per le sfide future della nostra Azienda, che sta ‘cambiando pelle’ e conta di riposizionarsi, entro il 2025, come leader globale in dermatologia. Per l’Italia, inoltre, questa acquisizione segna il passaggio in LEO Pharma di un’importante realtà produttiva come lo stabilimento di Segrate: ci impegneremo per valorizzare al meglio questa risorsa e il suo potenziale per il  territorio e a farmaceutica nazionale».

Il sito produttivo di Segrate, attivo dagli inizi degli anni ’80 e dal 2009 proprietà di Bayer, dispone di 5 impianti di produzione del prodotto sfuso e 8 linee di confezionamento. Nello stabilimento di Segrate vengono prodotte creme idrofiliche, creme idrofobiche, unguenti e gel, per un totale di più di 30 formulazioni diverse, destinate all’uso topico, rettale e vaginale. Grazie ad un ampio magazzino (più di 8.000 posti pallet) ad elevata automazione, il sito distribuisce in tutto il mondo più di 400 presentazioni di prodotto contenenti corticosteroidi per la cura di eczemi e dermatiti, acido azelaico per la cura dell’acne e principi attivi antifungini e proctologici.

«Il sito di Segrate garantisce tutte le attività della filiera produttiva a partire dall’approvvigionamento delle materie prime, la loro analisi, la produzione del prodotto sfuso, il confezionamento dello stesso, le attività di controllo e assicurazione qualità, la certificazione di ogni lotto nonché la sua conservazione e il trasporto nei depositi di distribuzione – spiega Lidia Cirillo, Direttore dello stabilimento produttivo.  Si tratta quindi di un polo di eccellenza a 360°, a livello nazionale e internazionale. Sono certa che LEO Pharma, azienda che vanta una lunga e consolidata leadership nella ricerca scientifica ed una cultura che valorizza la scoperta e l’innovazione, contribuirà  a far  crescere e sviluppare ulteriormente le  attività di questo sito produttivo di eccellenza, grazie alle reciproche competenze e a una visione condivisa, con uno sguardo al futuro».

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    leo pharmabayer






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
    Boschiero Cinzia
    "Fermate il decreto": anche PIN scrive al Presidente della Repubblica
    Super Green Pass, arriva il giorno della discriminazione sotto forma di legge
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.