A- A+
Milano
Lo sposalizio della Vergine, la replica hi tech torna a Perugia
Sposalizio della Vergine

Lo sposalizio della Vergine, la replica hi tech torna a Perugia

Lo Sposalizio della Vergine, forse l'opera piu' popolare tra quelle del giovane Raffaello Sanzio,  e' tornato nella sua sede originaria, grazie ad una replica high tech dell'opera. La pala d'altare realizzata nel 1504, quando l'artista aveva solo 21 anni, per la chiesa di San Francesco a Citta' di Castello, in provincia di Perugia, oggi si trova esposta alla Pinacoteca di Brera a Milano. Ma utilizzando una avveniristica tecnologia lo 'Sposalizio' e' tornato virtualmente a Perugia.

Un intervento di ricontestualizzazione storico-artistico inedito: la stessa cornice dell'epoca, restaurata per l'occasione, ha accolto, 222 anni dopo, il perfetto clone della tavola, frutto di sofisticati processi di acquisizione e stampa 3D d'avanguardia.  L'operazione e' stata realizzata dalla tech company novarese Haltadefinizione. Una azienda nata a Novara nel 2005 da un gruppo di amici appassionati di arte e di fotografia, e che e' cresciuta in modo sorprendente nel tempo. Dopo pochi mesi dal suo esordio, nel 2006, primi nel mondo, i 'maghi' di Haltadefinizione, pubblicarono una foto da 8,6 gigapixel di un'opera d'arte (la Parete Gaudenziana di Varallo Sesia), e l'anno successivo una ripresa da 16,1 gigapixel del Cenacolo di Leonardo, rimasta per anni l'immagine digitale piu' grande del mondo mai realizzata.

Haltadefinizione ha lavorato per l'editoria e il mondo media, ma soprattutto con Musei, Gallerie d'arte ed e' diventata un punto di riferimento per il Ministero dei Beni culturali in campagne di restauro e valorizzazione di dipinti e opere d'arte. Nel 2017 Haltadefinizione e' entrata a far parte del gruppo Franco Cosimo Panini editore, a cui si deve la nuova operazione sullo 'Sposalizio' - un dono alla comunita' tifernate e all'Umbria - che giunge a chiudere il 2020, anno delle celebrazioni per il Cinquecentenario di Raffaello, anticipando la mostra nazionale 'Raffaello giovane e il suo sguardo' in programma a Citta' di Castello nel marzo 2021.

La straordinaria tecnica di ripresa - realizzata sull'originale a Milano - ha consentito di rappresentare fedelmente la pennellata materica di Raffaello, le linee di costruzione, i cretti e tutte le caratteristiche dell'opera. La riproduzione tridimensionale dello Sposalizio della Vergine e' il risultato dell'elaborazione di una speciale immagine digitale in 'gigapixel+3d', tecnica che consente di ottenere esemplari digitali a elevata risoluzione dei dipinti. Tramite l'unione e l'elaborazione di una grande quantita' di singoli scatti fotografici a porzioni del medesimo soggetto - in questo caso 4250 fotogrammi - ricomposti grazie a speciali algoritmi, si ottengono immagini dettagliatissime, costituite da miliardi di pixel.

Il procedimento utilizzato, sviluppato dal partner tecnologico Memooria, consente di fare una sorta di calco digitale dell'opera dando forma a un vero e proprio clone, visivamente identico all'originale. E' grazie a questo procedimento esclusivo che e' stato possibile generare il gemello in high definition dello Sposalizio della Vergine oggi collocato nella Chiesa di San Francesco a Citta' di Castello: a chi varchera' il suo portale sara' d'ora in poi resa una prospettiva del tutto analoga a quella che un visitatore della chiesa poteva cogliere nel '500. Un'iniziativa realizzata con la collaborazione dell'amministrazione comunale e della Regione Umbria e con l'autorizzazione del FEC - Fondo Edifici di Culto (proprietario della chiesa), impreziosita dall'evento inaugurale ideato e curato dal regista Giuseppe Sterparelli, con la facciata gotica della chiesa animata dalla proiezione delle immagini in ultra-definizione del dipinto e l'accompagnamento musicale della sinfonia del compositore Salvatore Sciarrino, modulata dalla Deuxie'me anne'e de Pe'lerinage di Franz Liszt e dedicata proprio allo 'Sposalizio' di Raffaello.

Commenti
    Tags:
    sposalizio della vergineraffaelloreplica hi techperugiapinacoteca breramilano






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Covid, il referendum contro il green pass è una pessima strada da seguire
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    PROGETTI PER LE CITTA’ E PER LA TUTELA DELLA VISTA
    Boschiero Cinzia
    Green Pass, Italia modello del golpe globale del Leviatano tecnosanitario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.