A- A+
Milano
Lombardia, Bertolaso lascia? Fontana: "No, resta ma non a tempo pieno"
(fonte Lapresse)

Lombardia, Bertolaso lascia? Fontana: "No, resta ma non a tempo pieno"

Guido Bertolaso continuera' a lavorare per la Regione Lombardia. Lo ha annunciato il presidente della Regione, Attilio Fontana, a margine di una conferenza stampa. Ieri Bertolaso, nel corso della trasmissione a Quarta Repubblica, aveva detto: "La macchina e' organizzata, gli hub massivi funzionano. A un certo punto che credo che Bertolaso non serva piu'".

Oggi, pero', il governatore Fontana ha spiegato: "Sicuramente ha dimostrato di aver fatto un ottimo lavoro, il lavoro sta proseguendo, credo che comunque di Bertolaso abbiamo ancora bisogno, quindi sono assolutamente convinto che continueremo a lavorare perche' c'e' un progetto, che e' quello della vaccinazione assolutamente importante e rilevante, quindi continuera' a lavorare per la Regione Lombardia e lo ringrazio per quello che ha fatto fino ad oggi". In sostanza Bertolaso continuera' ad occuparsi della campagna vaccinale, ma non a 'tempo pieno' e non con la stessa presenza sul territorio.

"Guido Bertolaso resta fisicamente sicuramente ancora del tempo e comunque continuera' a collaborare con la Regione", ha aggiunto Fontana. "Probabilmente sara' meno presente fisicamente, ma continuera' a seguire la campagna vaccinale. Lui e' qui sette giorni alla settimana, dopo ci stara' un po' meno giorni. Ma continuera' a essere sempre il consulente della regione". Infine, il governatore spiega: "Credo che la macchina che ha predisposto stia funzionando molto bene ma credo anche che una personalita' come Bertolaso serva sempre".

Bertolaso: "Non lascio il coordinamento della campagna vaccinale lombarda"

 "Leggendo i titoli di giornale che si stanno susseguendo in queste ore in riferimento alle mie parole di ieri sera a Quarta Repubblica, ci tengo a precisare che non ho intenzione di abbandonare il coordinamento della campagna vaccinale in Lombardia, semplicemente non saro' piu' fisicamente 7 giorni su 7 in Lombardia. E comunque non nell'immediato. La macchina e' efficiente e ben avviata, la mia presenza non e' fondamentale come nella fase di coordinamento iniziale". Lo scrive su Facebook il consulente della Regione Lombardia per la campagna vaccinale, Guido Bertolaso.

Pizzul (Pd): "Bertolaso non sarà ricordato come il salvatore della Patria" 

“Bertolaso torna a Roma. In Lombardia ha legato il suo nome a un’evidente inefficienza della prima fase della campagna vaccinale, quella dedicata agli ultraottantenni, che portava il timbro di Bertolaso e Moratti ed è stata fallimentare. Si è svoltato solo quando è arrivato il generale Figliuolo e la Regione Lombardia si è adeguata in tutto e per tutto alle indicazioni nazionali. Ora vedremo a quali ruoli Bertolaso sarà chiamato, di certo non sarà ricordato come il salvatore della Lombardia per quello che ha fatto sulla campagna vaccinale.” Lo dichiara il capogruppo del Pd in Regione Lombardia Fabio Pizzul.

De Rosa (M5S): "Speriamo questa volta sia un addio"

«Bertolaso se ne va. Di nuovo. Confidiamo questa volta sia un addio. Ricorderemo le conferenze stampa fiume dei primi giorni, infarcite di baldanza e annunci disattesi e le fughe stizzite e imbarazzate delle ultime apparizioni pubbliche, prima che l’assessore a Welfare decidesse di oscurarlo completamente": così il capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Consiglio Regionale, Massimo De Rosa, sul ruolo in Lombardia dell'ex capo della Protezione Civile. "Bertolaso e il suo modello avevano abbandonato la Lombardia già da quando la visita del generale Figliuolo aveva imposto il cambio di passo e l’adozione del portale di Poste Italiane - prosegue De Rosa -. Il Movimento Cinque Stelle non si sente certo in dovere di ringraziare chi ha fatto perdere tempo a lavoratori, imprese e studenti. È arrivato senza che nessuno ne sentisse il bisogno. Non si capisce cosa abbia realmente fatto, visto che ancora oggi non sappiamo chi fra lui, Fontana e Moratti abbia fatto ritardare di due mesi il piano vaccinale scegliendo di puntare sul portale di Regione Lombardia invece che su quello di Poste Italiane. E ora, nel pieno del massimo sforzo di questa prima fase del piano vaccinale, decide che la sua esperienza in Lombardia è terminata. Ancora una volta Guido Bertolaso lascia il lavoro a metà. Esattamente come avvenuto in Umbria. Un’altra medaglia su di un curriculum degno dei 'migliori'»

Commenti
    Tags:
    regione lombardiaguido bertolasoattilio fontanacampagna vaccini
    Loading...









    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Saviano in Rai a difendere il ddl Zan che reprime le opinioni non allineate
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    I 5 falsi miti (+1) sullo studio
    Massimo De Donno
    L’evasione è reato ma pagare in contanti è libera scelta


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.