A- A+
Milano
Lombardia, i candidati alle primarie a Milano per Majorino

Lombardia, i candidati alle primarie a Milano per Majorino

Evento di chiusura della campagna elettorale del Pd per le regionali lombarde: a sostenere Pierfrancesco Majorino al teatro Buratto di Milano ci sono tutti e quattro i candidati alle primarie dem.

Majorino: "Credo che possiamo fare il miracolo"

 "Sono speranzoso del fatto che il miracolo lo possiamo fare, ho trovato una buona aria, mentre all' inizio ci si chiedeva chi sarebbe arrivato secondo tra me e Moratti oggi si può dire che Letizia Moratti non è più in partita, vediamo se saremo noi la sorpresa di questa campagna elettorale", ha detto poco prima dell'evento Majorino. "Non ho capito la scelta di Calenda di rompere l'accordo con noi e scegliere Moratti, detto ciò ci provo fino all'ultimo - ha aggiunto - io ci credo".

L'appello di Majorino per il voto disgiunto del Terzo polo

"L'appello è quello di aiutarci a cambiare dopo 28 anni abbiamo questa grande occasione e sono sicuro che tanti cittadini lombardi ci aiuteranno per cambiare la sanità, le politiche per il lavoro, i trasporti, l'ambiente. Credo che ci aiuteranno anche tanti elettori del terzo polo, facendo il voto disgiunto. Tanti di loro hanno la nostra stessa idea di una regione che finalmente cambi", ha aggiunto.

Bonaccini: "Un bel segnale la nostra presenza qui per Majorino"

 "Mi sembra che in una campagna delle primarie così civile e così senza accuse non si vedesse da tempo e la cosa mi fa veramente molto piacere. Siamo qui non per noi stessi ma per Majorino. Secondo me è un bel segnale". Lo ha detto Stefano Bonaccini. Quanto al Lazio, non c'è "nessuna ragione" politica per cui non si è insieme a fare la chiusura della campagna ma "si faceva fatica alla stessa ora a stare in luoghi diversi. Siamo stati tutti in campagna elettorale nel Lazio per Alessio che è un ottimo candidato. Il Pd sul territorio ha deciso alleanze differenti, ma in ragione di programmi che trovavano coincidenza con chi li condivideva", ha spiegato Bonaccini.

Lombardia, Schlein: "Majorino è il miglior candidato possibile"

"Majorino è il miglior candidato possibile per scrivere una fase nuova di cui la Lombardia ha molto bisogno dopo più di vent'anni di governo delle destre''. Lo ha detto la candidata alla segreteria dem, Elly Schlein, a margine della chiusura della campagna elettorale di Majorino a Milano. ''Siamo qui per mettere al centro sanità pubblica, il diritto allo studio e alla casa. Un diritto fondamentale dimenticato da chi governa questa regione. Siamo qui anche per rinnovare il nostro impegno sull'emergenza climatica'', ha detto Schlein.

''Per queste regionali abbiamo fatto lo sforzo di costruire alleanze solide, facendo appello all'unità delle forze alternative alle destre. In Lombardia siamo riusciti a costruire un'alleanza molto solida e sono convinta che possa fornire l'alternativa che ci serve, quindi sono a fianco di Majorino perché la sua capacità politica e amministrativa ha permesso di costruire una convergenza larga sui temi'', ha detto Schlein, che ha rivolto un ''augurio anche ad Alessio D'Amato''. Anche se in Lazio e Lombardia sono state fatte alleanze diverse ''il Pd avrà sempre quello spirito unitario per la responsabilità che dopo la sconfitta del 25 settembre credo che debbano sentire tutte le forze di opposizione per trovare unità su temi fondamentali come il salario minimo, il congedo paritario, l'emergenza climatica''.

Cuperlo: "Lombardia, voglio essere ottimista e fiducioso"

Quella di Majorino per la presidenza della Lombardia è un sfida difficile "statisticamente, perché qui governano da 28 anni, però Pierfrancesco ha fatto una bellissima campagna elettorale, generosissima, partecipata, ha raccontato il futuro di questa regione per come la vede lui, per come la vediamo noi, voglio essere ottimista e fiducioso". Lo ha detto Gianni Cuperlo, a Milano con gli altri tre candidati alla segreteria del Pd.

"Una decina di giorni fa ho fatto questa proposta: perché non facciamo una chiusura? L'idea era a Roma e a Milano, ma poi per problemi logistici lo facciamo qui, abbiamo mandato dei video per Alessio d'Amato impegnato in questa sfida nel Lazio, invece qui siamo presenti tutti e quattro con il segretario regionale Vinicio Peluffo, con la segretaria metropolitana Silvia Roggiani, e naturalmente Pierfrancesco per il rush finale" ha aggiunto. "Oggi mettiamo davanti a tutto le regionali, in Lombardia e nel Lazio, perché se martedì il titolo sui giornali fosse 'Lombardia: adesso si cambia', allora cambierebbe molto in questa regione ma anche nel Paese" ha concluso.

De Micheli: "In Lombardia serve un cambio radicale con Majorino"

 “Credo che esista un contesto nel quale noi ci muoviamo comunque insieme, i nostri valori e soprattutto i nostri obiettivi, e nel caso della Lombardia l’obiettivo è molto chiaro: quello di cambiare la situazione che c’è da troppi anni, e che ha limitato le potenzialità di una grande regione, non solo sotto il profilo economico ma soprattutto sui servizi alle persone”. Così la candidata alla segreteria del Pd, Paola De Micheli, a margine dell'evento di chiusura della campagna elettorale di Pierfrancesco Majorino al Teatro del Buratto. “Spero e mi auguro – ha proseguito - che di fronte all’incapacità di questa giunta, dell’amministrazione di Fontana di realizzare un livello di servizi alle persone degno di una grande regione come la Lombardia ci sia un cambio vero che solo Majorino può rappresentare”. “Un cambio radicale, come radicale è la sua proposta per lo sviluppo e per le persone di questa regione che lo meritano”, ha concluso.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bonaccinilombardiamajorinoschlein






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.