A- A+
Milano
Lombardia, i medici no vax non torneranno nei reparti con pazienti fragili
Regione Lombardia: voto sulla commissione d'inchiesta Covid (foto: Raffaele Erba via facebook)

Lombardia, i medici no vax non torneranno nei reparti con pazienti fragili

Approvata all’unanimità nell'aula del Consiglio regionale una mozione presentata dal Pd che impegna la giunta a non reintegrare gli operatori sanitari no vax nei reparti con pazienti fragili. Non erano presenti in Aula al momento del voto i consiglieri di FdI mentre i consiglieri di Lega e Forza Italia hanno votato con l'opposizione. La mozione - come ha ricordato il Pd in Aula - fa seguito alla decisione del Governo di anticipare al primo novembre il termine ultimo per l’obbligo vaccinale per tutti gli operatori della sanità, prima previsto il 31 dicembre prossimo, decisione motivata dal ministro della Sanità Schillaci dalla necessità di sopperire alla mancanza di organico. Il testo è stato parzialmente modificato in Aula su richiesta della Lega, con lo stralcio della parte in cui venivano ricordate le preoccupazioni sulla decisione del Governo espresse dall'ex assessore al Welfare Letizia Moratti in occasione delle sue dimissioni.

Astuti (Pd): "Il reintegro dei medici no Vax non sarebbe risolutivo"

Con il nuovo decreto in Lombardia - hanno ricordato i Dem - saranno reintegrati 670 fra medici, infermieri e operatori sanitari. Se si contano anche le strutture private gli infermieri diventano 1.044. Questo a fronte di una mancanza strutturale di 9.500 infermieri e 1.166 medici di base e pediatri di libera scelta. “E’ evidente quindi- commenta Astuti- che il reintegro non sarebbe risolutivo, come ha dichiarato anche Filippo Anelli, presidente della Federazione degli ordini dei medici, come è altrettanto evidente la necessità di tutelare i pazienti fragili,per i quali il Covid potrebbe essere ancora molto rischioso, come peraltro già chiesto dall’Anaoo Assomed,il sindacato maggiormente rappresentativo dei medici ospedalieri”. “Per questo- conclude Astuti-, abbiamo chiesto alla giunta di dare disposizioni chiare, precisate in una delibera, ai Direttori generali di Ats e Asst affinché non reintegrino gli operatori sanitari no vax nei reparti, ma li destinino a funzioni amministrative”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lombardiamedici no vaxregione







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.