A- A+
Milano
Lombardia, Rizzi: "Nella Lega mi sento a casa. In Fi non c'era ascolto"
Matteo Salvini e Alan Rizzi

Lombardia, Rizzi: "Nella Lega mi sento a casa. In Fi non c'era ascolto"

L'assessore all'Housing sociale di Regione Alan Rizzi ha commentato la sua decisione di passare da Forza Italia alla Lega, partito per il quale è candidato alle regionali lombarde: nel Carroccio "mi sento a casa, in tutti i sensi", ha detto.  "Ora mi sento a casa in tutti i sensi. Ho cercato in questi mesi di raccontare una storia al mio partito di tutto quello che stavamo facendo, tutti gli impegni e i sacrifici fatti soprattutto quando mi e' stata data la delega alla Casa ma probabilmente non erano interessati al mio lavoro. C'era qualcuno che metteva i bastoni tra le ruote".

Rizzi: "Ronzulli è una amica ma la prego di non citare mio padre"

Sull'esito del voto non manifesta dubbi: "Mi aspetto la riconferma di Fontana perchè ha lavorato molto bene, abbiamo prodotto risultati straordinari in questi anni e mi aspetto una Lega in salute. Volevo la Lega e Matteo Salvini e queso il partito lo sapeva gia' da tempo". Infine un messaggio garbato ma secco alla capogruppo di Forza Italia in Senato, Licia Ronzulli: "Non voglio polemiche, siamo amici e questa amicizia la voglio preservare ma la prego di non citare mio padre perche' lei non lo ha mai conosciuto, a differenza di Berlusconi e Salvini".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
forza italialegalombardiaregionalirizzironzulli






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.