A- A+
Milano
Mafia a Milano: interessi anche nel software per i cimiteri comunali
Operazione Security

Anche la gestione del software informatico per l'organizzazione dei cimiteri comunali tra gli appalti nel mirino della organizzazione criminale facente riferimento al clan dei Laudani e sgominata due giorni fa dalla Dda. Emergono sempre nuovi particolari dall'inchiesta che ha interessato anche il servizio di security al tribunale di Milano e alcuni Lidl dell'area metropolitana. E spunta anche l'affare "Seregno", ovvero l'appalto per un impianto sportivo da 400mila euro. Affari anche nell'hinterland dunque, dove spesso protagonista risulta Domenico Palmieri, faccendiere ed emissario del clan Laudani ed ex dipendente della Provincia di Milano, che si prodiga ad esempio per procurare un incontro tra un imprenditore e l'amministrazione di Pogliano Milanese per la gestione della piscina e la costruzione dell'annesso bar.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
clan laudanimafia milanolidl






A2A
A2A
i blog di affari
ETICA E GIORNALISMO, AIUTI EUROPEI PER REGIONI E CULTURA
Boschiero Cinzia
"Fermate il decreto": anche PIN scrive al Presidente della Repubblica
Super Green Pass, arriva il giorno della discriminazione sotto forma di legge
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.