A- A+
Milano
Mafia: gup archivia posizione Riina per minacce a don Ciotti

Mafia: gup archivia posizione Riina per minacce a don Ciotti

Il gip di Milano Anna Magelli há ha archiviato la posizione di Toto' Riina nel procedimento che vedeva imputato il boss mafioso per le minacce pronunciate contro don Luigi Ciotti. Secondo il gip perche' si configuri il reato di minaccia e' necessaria una relazione tra chi minaccia e chi viene minacciato che, in questo caso, non c'e' stata. Le frasi vennero pronunciate nel settembre del 2013 da Riina durante una conversazione con un presunto appartenente alla Sacra Corona Unita durante l'ora d'aria nel carcere di Opera.

Tra le altre cose, il boss disse: "Ciotti, putissimu pure ammazzarlo". Parole che, per il giudice, avevano effettivamente "efficacia intimidatoria", ma Riina non aveva in quel frangente il potere di farle arrivare all'esterno del carcere. La Procura aveva chiesto l'archiviazione nei mesi scorsi ma don Ciotti si era opposto all'archiviazione tramite il suo avvocato Enza Rando. Il 29 maggio scorso si era svolta un'udienza per discutere l'opposizione all'archiviazione e il gip si era riservato. Oggi e' arrivato l'epilogo della vicenda. "Non ho paura. Il nostro impegno, quello di Libera, non si ferma ma va avanti", aveva detto ai cronisti il sacerdote al termine dell'udienza. 'U Curtu' si trova attualmente ricoverato nell'ospedale del carcere di Parma in attesa che il Tribunale di Bologna decida sulla richiesta di scarcerazione proposta dai suoi avvocati dopo che la Cassazione ha invitato i giudici della Sorveglianza a effettuare ulteriori accertamenti sulle sue condizioni di salute e sull'attualita' della sua pericolosita' sociale.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mafia minaccie riinadon ciottidon ciotti riina






A2A
A2A
i blog di affari
Italia nazione più colpita in Europa dal traffico di identità digitale
Con Enrico Letta c’è il futuro verde del PD e dell’Italia
Mauro Buschini*
Riforma Fiscale 2021: cosa cambia davvero per le imprese?
Gianluca Massini Rosati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.