A- A+
Milano
Mafia nella produzione di caffè: sei arresti tra Milano e Palermo

Mafia nella produzione di caffè: sei arresti tra Milano e Palermo

Caffe' amaro per Cosa nostra. La Guardia di finanza ha eseguito sei ordinanza di custodia cautelare in carcere e sequestrato due societa', facendo luce sugli investimenti sull'asse Palermo-Milano nel settore della produzione e trasformazione del caffe'. In azione i finanzieri del Nucleo di Polizia e conomico-finanziaria di Palermo, in collaborazione con il Servizio centrale investigazioni sulla criminalita' organizzata, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia. L'indagine ha consentito di portare alla luce una vera e propria organizzazione finalizzata a gestire gli investimenti della famiglia mafiosa dell'Acquasanta-Arenella dei Fontana di Palermo, i cui vertici - usciti di galera - si erano stabiliti a Milano. Le attivita' di esecuzione delle misure cautelari reali e personali vedono impegnati oltre un centinaio di militari del Nucleo Pef di Palermo, con il supporto dello Scico di Roma, del Nucleo Pef di Milano, dei Gruppi di Milano e Palermo; impiegati anche le unita' cinofile e un elicottero della Sezione Aerea di Palermo

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    mafia milanomafia arrestimafia caffè






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Green Pass più esteso per i guariti dal Covid: appello al Governo
    L'opinione di Tiziana Rocca
    "No Green Pass esclusi dalla vita sociale come se non fossero cittadini"
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Caso Beccaglia: "Io, donna e medico, dico che non è violenza sessuale"


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.