A- A+
Milano
Majorino, il medico dello Ieo e la band neofascista. La replica di FdI

di Marco Osnato, deputato di Fratelli d'Italia

Caro Direttore,
leggo l’articolo pubblicato da Affaritaliani/Milano rispetto a un evento organizzato da “Casa Comune” - associazione fondata dall’europarlantare del PD Majorino - sulla legge del fine vita.

L’articolo riporta correttamente il pensiero espresso sulla testata “True” a forma di tal Francesco Floris. In questo resoconto della serata si biasima Majorino di aver invitato, addirittura, Marco Venturino che è direttore di Anestesia e Rianimazione allo IEO di Milano....qual è però il gravissimo vulnus che l’autore ha riscontrato in questa presenza?!?

Marco Venturino, oltre che capace medico e brillante scrittore, in gioventù è stato musicista degli Amici del Vento, gruppo di musica alternativa di Destra degli anni ‘70 e ‘80....musica sicuramente “ribelle” ma mai violenta e certamente meno volgare di quella di molti rapper attuali.

Ma il pericolo fascista, per Floris, incombe su noi e Majorino ne è il veicolo....chissà quanti morti avrà fatto la chitarra di Venturino?....chissà i suoi spartiti che luttuosi eventi hanno ispirato? 

NESSUNO!!!

Floris, forse per la giovane età o forse per l’obnubilamento ideologico che pervade la sua mente, non fa accenno in questo memorabile reportage ad altri importanti medici lombardi e non che frequentavano la stessa università di Venturino e negli stessi anni (gli ultimi ‘70!)

Non ricorda Claudio Colosio, direttore di unità operativa all’ospedale San Paolo nonché professore di medicina del lavoro alla Statale di Milano; non ricorda Claudio Scazza, primario al Niguarda; non ricorda Antonio Belpede, primario a Barletta; forse conosce Giuseppe Ferrari Bravo suo collega giornalista (già al soldo di Rifondazione Comunista)!

Cosa hanno in comune questi ultimi personaggi citati? Sono tutti implicati, come esecutori materiali o come fiancheggiatori, nell’omicidio di Sergio Ramelli. Tutti in posti di rilievo, tutti “pentiti” solo dopo l’arresto avvenuto dieci anni dopo l’omicidio, tutti protetti dal “brodo” culturale e politico della sinistra milanese! 

Floris si indigni per questo, se ritiene, oppure rifletta su come sono stati quegli anni per la nostra città è non solo e abbandoni questa “indignazione partigiana” a senso unico che già molti danni ha fatto nel tempo. Lasci perdere le canzoni di Venturino che non capirebbe mai e cerchi di rispettare chi svolge là propria professione con passione e impegno....non come lui!

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    majorinomedicoieoband neofascistafratelli d'italia






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    BANDI ERASMUSPLUS, AIUTI AI GIOVANI, ESSP PER SICUREZZA SOCIALE LAVORATORI
    Boschiero Cinzia
    Unioni civili, l'iter da seguire se si vuole divorziare
    di Avv. Francesca Albi*
    Svizzera, sì al Green Pass: il golpe globale del regime sanitario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.