A- A+
Milano
Maroni, gaffe del pm. Refuso nel capo d'imputazione

C'e' un refuso nel capo d'imputazione per induzione indebita a carico del Governatore lombardo, Roberto Maroni. La Procura di Milano ha riportato il testo di un sms agli atti dell'indagine in modo errato, inserendo nel messaggio un 'commento' degli investigatori sul contenuto di alcune intercettazioni.

Nell'avviso di chiusura delle indagini firmato dal pm Eugenio Fusco e notificato ieri a Maroni, ad altre 4 persone e alla societa' Expo2015, il testo di un sms datato 28 maggio 2014 inviato da Giacomo Ciriello, capo della segreteria di Maroni, a Christian Malangone, dg di Expo, viene riportato cosi': "Christian il Pres ci tiene acche' la delegazione per Tokyo comprenda anche la societa' Expo attraverso la dottoressa Paturzo e voleva che la Paturzo viaggiasse insieme alla delegazione, quindi nella stessa classe di volo e nella stessa classe di albergo".

L'ultima parte del testo - "e voleva che la Paturzo viaggiasse insieme alla delegazione, quindi nella stessa classe di volo e nella stessa classe di albergo" - "non rappresenta il reale" contenuto del messaggino ma sono considerazioni degli inquirenti su alcune intercettazioni tra Ciriello e Maria Grazia Paturzo, l'ex collaboratrice di Maroni che, secondo l'accusa, doveva andare a Tokyo spesata da Expo su diktat del Governatore. L'avvocato Domenico Aiello aveva fatto rilevare ieri che il testo del vero sms agli atti non era quello riportato nell'imputazione ma questo: "Christian il Pres ci tiene acche' la delegazione per Tokyo comprenda anche la societa' Expo (attraverso la dottoressa Paturzo). Puoi parlarne con Sala o autorizzare la missione? Grazie. GC"

Tags:
maroni






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.