A- A+
Milano

Mazzali: "Salone del Mobile grande festa, ora riflettere su made in Italy"

"La 61esima edizione del Salone del Mobile a Milano è stata una straordinaria festa' del 'Made in Italy, punto di riferimento nel mondo, che sarà reso ancora più forte dalla legge a tutela del marchio che il Governo sta finalizzando. Ma è anche l'occasione per fare una riflessione sulla perdita di proprietà di brand italiani e lombardi". Così l'assessore a Turismo, Marketing territoriale e Moda della Regione Lombardia, Barbara Mazzali, commentando il successo del Salone del Mobile 2023 a Fiera Milano-Rho, che si è chiuso domenica con numeri da record.

Assessore Mazzali: "Lunga la lista di aziende storiche italiane oggi controllate da gruppi o fondi esteri"

"È lunga la lista di aziende storiche italiane oggi controllate da gruppi o fondi esteri: Versace, Valentino, Gucci, Ferrè, LaPerla, Loro Piana, Pomellato, Dodo, Bottega Veneta, Conbipel, Sergio Tacchini e Coccinelle, per citarne solo alcune dei settori moda-abbigliamento, gioielleria e cosmetica" osserva Mazzali. "È un fenomeno - prosegue l'assessore - di cui si è parlato poco, e fatto ancor meno, in questi ultimi anni, ma è in atto da tempo e continua". In riferimento alla filiera legno arredo-design, continua l'assessore, "penso anche a Poltrona Frau e Cappellini, aziende con attività quarantennale nel design 'Made in Italy', oggi controllate dalla multinazionale americana Haworth Lifestyle Design, stesso colosso dietro all'acquisizione, qualche settimana fa, di Zanotta da parte di Cassina, quest'ultima già nell'orbita di Haworth. Stiamo parlando di due aziende, Cassina e Zanotta, nate e cresciute' con successo in Lombardia, e oggi entrambe riconducibili a proprietà statunitense".

Mazzali: "Milano deve recuperare e valorizzare la sua vocazione industriale" al pari di eventi, di ristorazione e turismo"

Mazzali tiene, quindi, a precisare: "Sia chiaro il libero mercato non si tocca e diciamo 'no' a chiusure verso il mondo, ma è necessaria qualche tutela. Sono, tra l'altro, d'accordo su quanto sostenuto dal presidente di Assolombarda, Alessandro Spada, secondo il quale "le imprese sono l'anima del Salone del Mobile" e che Milano "deve recuperare e valorizzare la sua vocazione industriale" al pari di eventi, di ristorazione e turismo" evidenzia Mazzali.

L'assessore: "Resto aperta all'ascolto del mondo economico lombardo su proposte a livello regionale a tutela del Made in Italy"

"Ha ragione - chiosa l'assessore - perché mobili, tavoli, divani, sedie e arredi di ogni tipo, meravigliosamente belli che abbiamo ammirato al 'Salone', sono forgiati dalle mani esperte di maestri artigiani e dall'avanguardia della nostra industria lombarda". L'assessore conclude, quindi, con un 'appello': "Resto aperta all'ascolto del mondo economico lombardo su proposte a livello regionale a tutela del Made in Italy e Made in Lombardy nei settori di Moda e Design, affinché il mio Assessorato possa valutarle dal punto di vista operativo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mazzaliregione lombardiasalone del mobile







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.