A- A+
Milano
McDonald's, venerdì sciopero a Milano

Il personale dei Mc Donald’s di Milano e provincia sciopera domani 31 luglio per solidarietà ai colleghi della filiale di San Babila trasferiti improvvisamente. Senza preavviso infatti in 40 hanno ricevuto la lettera di trasferimento domenica 19 luglio, al termine del servizio di mezzogiorno e 4 persone sono state licenziate perché il loro ruolo risulta incompatibile con l’organizzazione aziendale. Dice Michele Tamburrelli Uiltucs :”Inutile il tentativo delle organizzazioni sindacali di rappresentare le istanze dei lavoratori sia perché il giorno 19 è stato fisicamente impedito di parlare con le persone sia perché nei giorni successivi l’azienda si è resa irreperibile. Nessun risultato ha prodotto l’incontro urgente richiesto dalle organizzazioni sindacali tenutosi il 28 di luglio nel quale l’azienda ha ribadito la correttezza del suo comportamento senza offrire nessuna soluzione sia per i licenziamenti che per i trasferimenti.”

E prosegue:”Di fronte all’ennesima chiusura sostanziale delle trattative UILTuCS, Filcams e Fisascat hanno aperto lo stato di agitazione nelle filiali Mc Donald’s di Milano, proclamato un ora di sciopero nella fascia della pausa pranzo e indetto delle assemblee informative. L’azienda, non contenta del suo discutibile comportamento, ha intimato al sindacato e ai dipendenti di non procedere con le assemblee. Pare, da indiscrezioni riportate dai dipendenti, che Mc Donald’s voglia attrezzarsi per impedire fisicamente lo svolgimento delle riunioni.” UILTuCS, Filcams e Fisascat e i lavoratori di Mc Donald’s chiedono una soluzione positiva e concordata della vertenza che si aggiunge all’ormai annoso problema del rinnovo del contratto collettivo del turismo scaduto da ormai più di due anni, rappresentata nelle controparti dalla Federazione Italiana de Pubblici Esercizi nella quale Mc Donald’s ha sicuramente un ruolo determinante

Tags:
mcdonald's







A2A
A2A
i blog di affari
Le radici dell’Architettura
di Mariangela Turchiarulo
Green pass, il futuro del nuovo biocapitalismo della sorveglianza
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Obbligo Green pass decisione liberale
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.