A- A+
Milano
MI AMI Festival 2023, i primi nomi: tornano i Verdena
Verdena

MI AMI Festival 2023, i primi nomi: tornano i Verdena

Sarà l’edizione numero diciassette (in diciannove anni) quella di MI AMI - Musica Importante a Milano - in programma il 26, 27, 28 maggio 2023 all’Idroscalo di Milano. Sarà un’edizione speciale ed importante, che rilancia gli obiettivi del festival e conferma il suo ruolo chiave nella stagione estiva degli eventi di musica dal vivo. Lanciata con una vera e propria caccia al tesoro - principalmente vissuta all’interno della solida e nutrita community di MI AMI sui canali social e attraverso la newsletter - la nuova edizione gioca con il misterioso, con la scoperta e il desiderio.

MI AMI Festival 2023: “Chi cerca trova, chi non cerca viene trovato”

Mutuando e parafrasando un assioma kafkiano - “Chi cerca trova, chi non cerca viene trovato” - MI AMI rivendica il proprio senso come motore di cose nuove, acceleratore di incontro e esperienza altra rispetto al binarismo mainstream / underground. Per il 2023, il festival ha deciso di svelare le proprie carte gradualmente. Partendo da un settebello di artisti, aggiungendo poi alcuni pezzi, senza però ancora fornire il manifesto definitivo e dettagliato della tre giorni. Quella arriverà, come di consueto, con la primavera o poco prima. Intanto, i primissimi nomi che vanno a comporre il cartellone di MI AMI 2023. Le artiste e gli artisti scelti sono quanto di più variegato si possa ascoltare, compongono come sempre una fotografia della contemporaneità della musica italiana con alcune incursioni internazionali.

Ci sono anzitutto ritorni importanti, ma anche tanto spazio per le novità

Ci sono anzitutto ritorni importanti, ma anche tanto spazio per le novità. Tornano i Verdena che portano tutta la magia del loro nuovo disco dopo la loro prima (e unica) partecipazione nel 2011. Fulminacci, firma d’eccellenza del cantautorato italiano, al MI AMI con la sua unica data estiva. Dargen D’Amico per un concerto tutto da ballare a distanza di 10 anni dallo storico headline slot nel 2013, quando MI AMI gli diede quel riconoscimento di cui il mondo si accorse molto dopo. Si aggiungono al lotto dei primi annunci anche i cantautori Dente e Colombre. Altro attesissimo ritorno è quello de L’Officina della Camomilla, la band di Francesco De Leo, nell’anno del decennale di un album iconico come “Senontipiacefalostesso”, che nel frattempo ha fatto il giro ed è tornato virale su TikTok.

In line-up anche Ginevra, la Lovegang126 al completo e BNKR44

Si tratta di ritorni, anche se del tutto inediti, per Ginevra, che porta il suo pop elettronico intelligente ed elegante, il collettivo BNKR44 con il debutto live del nuovo album e - infine - la Lovegang126 di Franco126 e Ketama126 al completo per un vero e proprio all star show in occasione dell’uscita del loro posse album. La strada per il MI AMI è però ancora lunga. Per rendere il viaggio più interessante, il festival organizzerà alcune anteprime. Le prime due, a Milano e Bologna, rimarcano la collaborazione con Dr. Martens, il brand inglese che darà il nome anche ad un palco del festival. MI AMI e Dr. Martens assieme presentano gli svedesi Deki Alem, la nuova sensazione musicale più interessante d’Europa, al leggendario Covo Club, tempio della musica underground. Il 6 aprile invece sarà la volta di Milano, con l’imperdibile Thrucofesta, che porterà sul palco del Tunnel Club il collettivo napoletano Thru Collected, che sta ridefinendo i confini del pop e dell’elettronica napoletana. 17.3.2023 | BOLOGNA, Covo Club | Deki Alem, Aftersalsa, Nobody Cried For Dinosaurs 06.4.2023 | MILANO, Tunnel Club | Thrucofesta by Thrucollected

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mi ami festival 2023verdena







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.