A- A+
The Milan Show-Biz
Max Mara, Fendi e Moschino al top. MFW, oggi Blumarine, Iceberg e Franchi

La settimana della moda al giro di boa. Ieri mercoledì 19 settembre sul catwalk hanno convinto soprattutto i brand Max Mara, Fendi e Moschino. Bella anche la collezione “al miele” di Daniela Gregis. Oggi in scena Blumarine, Icberg, Elisabetta Franchi, Versace e il giovane stilista Manuele Canu che, con la sua collezione “Colonial”,  cercherà di stupire pubblico e critica nel bellissimo scenario delle Terme di Milano. 

Ian Griffiths per la P/E 2020 di Max Mara mette in scena un agente segreto tutto al femminile perchè  "nella narrativa c’è bisogno di più donne come agenti segreti" come in “A Quiet Life” di Natasha Walte. Una rivisitazione dei must iconici dell’agente segreto. Ecco allora apparire Modesty Blaise, di Peter O'Donnell, Killing Eve by Phoebe Waller-Bridge. Le fondine si trasformano in accessori elegantissimi da indossare su trench e tailleur tre pezzi in Principe di Galles. Al collo foulard black and white in puro stile British. La 007 di Max Mara non abbandona mai la sua Whitney bag, la mitica borsetta della maison accostata alle bermuda al ginocchio, camicie multitasche, gonne paisley e abiti fluidi. I colori sono il  rosa conchiglia, neri, blu cipria, grigi, pastelli, eau de Nil.

Non manca il cammello, cifra stilistica del brand, spalmato su trench, gonne al ginocchio e maglie. Tra le top: Gigi e Bella Hadid, Kaia Gerber e Joan Smalls. 

La Primavera Estate 2020 di Fendi porta la firma di Silvia Venturini Fendi, Direttore Creativo unico del marchio dopo la scomparsa di Karl Lagerfeld lo scorso febbraio. "E' la prima volta senza Karl - afferma la stilista - ma ho applicato le stesse regole, che sono quelle del Dna di Fendi. Mi sono fatta delle domande e ho provato a dare delle risposte con questa collezione, che parte da sensazioni personali che esprimono un'emozione, uno stato d'animo". Emozioni dell'estate e semplicita. "In fondo - continua la creativa - - l'estate è la stagione in cui ti senti più libera, quella nella quale hai voglia di cose semplici, come un tramonto o un'alba al mare. Ho voluto portare il sole nello show". Il sole porta in scena i colori che vanno dai rosa ai gialli tenui dell'alba pennellati sui capispalla trapuntati, diventando via via più intenso, come nei gialli violenti e nei colori della terra, il miele e il pecan. La lycra e la spugna sono usati per realizzare cappotti accappatoio con montone lavorato, in giacchine hawaiane con fiori effetto camouflage, nelle giacche portare sopra il bikini che contrastano col power dressing.

Esce dalla tela del pittore la donna Moschino per la spring-summer 2020 nell'inno alla Spagna che intona il direttore creativo Jermey Scott. In passerella abiti trompe l'oeil, pennellate di colore e toreri surrealisti. Un omaggio al cubismo. Picasso in particolare., non dimenticando Braque e Dalì. Le modelle si trasformano in opere d’arte: Irina Shayk, Bella e Gigi Hadid, Joan Smalls e Kaia Gerber sfilano tra frange di perline multicolor, spalline esasperate e completi da torero. Ecco apparire Guernica e l’arlecchino, The Weeping Woman, la Donna che piange, sugli abiti. Trompe l’oeil e citazioni spanish, come il matador o le ballerine di flamenco ricorrono poi nei pois rossi e neri disegnati a mano o nei blazer e negli abiti di ispirazione torero. 

Daniela Gregis sfila all’Oratorio della Passione in Piazza Sant’Ambrogio. La collezione è un inno alla natura, al Miele prodotto con amore e fatica dalle che lavorano in gruppo. Geometria meticolosa, lavoro puntiglioso, costanza paziente; il gruppo è instancabile; dall’arnia sgorgano tesori, tutti i colori dei fiori diventano miele... è il racconto del buono delle piante, dolce, caldo, fluido... lini e cotoni nei colori del miele naturale, scuri come il castagno, chiari come l’arancio, colorati come i millefiori; sono campi visti dall’alto, intrecci costruiti con la leggerezza e lo zelo dell’ape; gli abiti ispirati al lavoro delle api sono casa, come un favo d’infinite tasche, solido e strutturato, delicato e fluido... le borse contengono celle, si uniscono e si dividono come arnie; il miele nutre sempre e protegge. 

VENERDì 20 SETTEMBRE

H 9.30 Tod’s, Via Palestro 14

H 10.30 Blumarine, Corso Venezia 16

H 11.30 Brognano, Corso Venezia 51

H 12.30 Sportmax, Piazza Lina Bo Bardi 1

H 13.15 Antonio Marras, Corso Buenos Aires 33

H 14 Etro, Via Conservatorio 12

H 15  Marni, Viale Umbria 42

H 16 Iceborg, Via carlo Botta 18

H 17 Marco De Vincenzo, Viale Gorizia 9

H 18 Aigner, Piazza Duomo Scalone Arengario

H 19 Frankie Morello, Viale Eginardo, Gate 2

H 20 Versace, Piazza VI Febbraio

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    max marafendimoschinoblumarineicebergfranchi
    i blog di affari
    Meglio praticare sport o fare una dieta?
    Anna Capuano
    A Kabul di scena il male dei talebani
    L'OPINIONE di Ernesto Vergani
    Green Pass, ottenere uno Stato totalitario instaurando un regime terapeutico
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.