A- A+
Milano
Milano 2021, Paragone chiede il riconteggio: "Porcata per escludermi"
Gianluigi Paragone

Milano 2021, Paragone chiede il riconteggio: "Porcata per escludermi"

"Ci mancano 54 voti, ma questi voti ci sono e sono anche di piu', faremo il riconteggio e io entrero' in consiglio comunale". Ne e' convinto Gianluigi Paragone, senatore, fondatore di Italexit, intervenuto ai microfoni della trasmissione "L'Italia s'e' desta", su Radio Cusano Campus. A Milano "per 54 voti non siamo in consiglio comunale. Questi 54 voti ci sono, faremo il riconteggio e io entrero' in consiglio comunale - dice -. Avevamo il 3,3%, poi man mano ha iniziato a calare fino al 2,99%, la porcata l'hanno fatta ma non l'hanno fatta neanche cosi' bene perche' se mancano soltanto 54 voti, nelle schede nulle non solo ne trovo 54 ma 254. Questa e' la paura di una classe politica che e' riuscita ad entrare addirittura nei seggi. E lo proveremo quando andremo a fare la conta dei voti".

"Facendo questa campagna elettorale non ho potuto non notare la disperazione crescente quando ambulanti dal cuore d'oro regalano il pane e la frutta a persone di 50-60 anni - aggiunge Paragone - . E' la crisi della politica, perche' la politica non e' fruizione del Palazzo ma dei cittadini". Per il candidato sindaco "Il dato piu' significativo di queste elezioni e' la disaffezione, lo schifo delle persone nei confronti di una politica che ha tradito. E il M5S che si era presentato come movimento anti sistema e' quello che ha tradito piu' di tutti".

Commenti
    Tags:
    gianluigi paragonericonteggio voti milanoelezioni milano
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.