A- A+
Milano
Angelo Bugatti

Un professore della facoltà di Ingegneria dell'università di Pavia, Angelo Bugatti, è stato arrestato dai carabinieri nell'ambito di un'indagine che ha portato all'arresto del titolare di un'impresa edile e all'interdizione dai pubblici uffici di un dirigente del settore Urbanistica del Comune. Bugatti, noto architetto milanese, è professore ordinario di Composizione urbana e architettonica presso il dipartimento di Ingegneria edile e del territorio ed è capo del dipartimento di Edilizia dell'università pavese.

Secondo le indagini dei carabinieri, il professore aveva manovrato, grazie al suo ruolo tecnico nella dirigenza dell'ateneo, per permettere che un grande cantiere, realizzato in un'area con vincolo paesaggistico destinata a edilizia residenziale e servizi esclusivamente per gli studenti, diventasse, in parte, commerciale, con appartamenti già in vendita al pubblico. I reati contestati, a vario titolo, sono corruzione e falso. Il cantiere, di circa 9mila metri quadri, e alcuni edifici in costruzione, del valore di circa 3 milioni di euro, sono stati sequestrati.
 

Tags:
milanopaviabugattiarchitettouniversità di pavia






A2A
A2A
i blog di affari
Due ori italiani a Tokyo 2020, ma “ex aequo” Tamberi (un po’) stonato
L'OPINIONE di Ernesto Vergani
Cassazione, trasferimenti immobiliari e crisi coniugali: la sentenza
Green pass, serve a poco se col vaccino posso comunque contagiare
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.