A- A+
Milano
Milano, arriva il Salone del Libro. Addio Torino, ecco la Madonnina
Il Salone del Libro cambia sede ed arriva a Milano

di Fabio Massa

 

Il Salone del Libro saluta la sede storica di Torino e trasloca a Milano: non solo un cambio di location, ma è in programma anche un'attività di promozione del Libro di più ampio respiro.


“E’ una grande soddisfazione”. Esordisce così, con Affaritaliani.it, l’amministratore delegato di Fiera Milano Spa Corrado Peraboni. L’ufficialità c’è, ed è piena. Il Salone del Libro si farà a Milano. Gli editori hanno scelto. Malgrado l’opposizione strenua dell’Appendino, il sindaco pentastellato che ha preso il posto di Piero Fassino, il Libro lascia il Lingotto e prende la via della Madonnina.

I dettagli sono quelli che aveva reso noti Affaritaliani.it una decina di giorni fa: tre padiglioni interi, circa 25 mila metri quadri di superficie, una rete di eventi che parte da Milano ma che approda anche a Roma e nel sud Italia

“I numeri? Diciamo che pensiamo di arrivare a break even dalla terza edizione e che per la prima, prudenzialmente, nel business plan abbiamo messo il numero dell’ultima fiera realizzata a Torino”, conferma ad Affari Peraboni. L’unica incognita rimane il nome. Secondo quanto può riferire Affari non sarà assolutamente Mi-Book. Sarà un titolo in italiano. Ma verrà svelato a settembre.

“Direi che c’è sempre una grande soddisfazione quando si acquisisce una nuova manifestazione - chiude Peraboni - Doppia perché diamo a questa città qualcosa che è nelle sue corde. Milano è la capitale italiana dell’editoria. Quindi siamo davvero molto soddisfatti”. E per la Madonnina, tutto è bene quel che inizia e finisce bene.

 

Il Salone del Libro a Milano: da Palazzo Marino la dichiarazione dell'assessore Del Corno

 

“Il Comune di Milano - dichiara l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno - è pronto a condividere con tutti gli editori e con Fiera Milano il nuovo percorso di respiro nazionale per la promozione del libro, dell’editoria e della lettura.

Per raggiungere insieme il comune obiettivo metteremo a disposizione di questo nuovo progetto il ‘modello Milano’, un format già di grande successo che prevede un ampio coinvolgimento della città e di tutte le sue componenti creative e imprenditoriali. Oltre a una forte connessione con altre iniziative messe in campo dall’Amministrazione negli ultimi anni e già consolidate come Bookcity, che quest’anno si svolgerà a dal 17 al 20 novembre, e Il Patto per la Lettura, la piattaforma che mette a confronto tutti gli attori della filiera del libro per lo sviluppo delle politiche culturali di promozione della lettura, fondata sull’idea che leggere sia un bene comune su cui investire per la crescita culturale dell’individuo e della società”.  

Al via una joint ventur tra AIE e Fiera Milano per sviluppare la promozione nazionale del Libro
 
Il Consiglio Generale della Associazione Italiana Editori (AIE) - "espressione di tutte le sue componenti: gruppo di varia, gruppo piccoli editori, gruppo accademico professionale, gruppo educativo -, ha dato mandato al Presidente di procedere alla realizzazione di una joint venture con Fiera Milano per l'implementazione del 'Progetto Promozione del Libro' . E' quanto si legge in una nota diffusa al termine della riunione dell'associazione.
 
"La nuova societa' - prosegue il comunicato - si occupera' di sviluppare attivita' di promozione del Libro a livello nazionale, anche mediante l'organizzazione di eventi fieristici in tutto il territorio nazionale, valorizzando l'intera produzione editoriale. L'AIE si augura di poter continuare con le Istituzioni piemontesi e la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura una collaborazione tesa all'individuazione e alla realizzazione di eventi per lo sviluppo della lettura".


@FabioAMassa
fabio.massa@affaritaliani.it

 

 

Tags:
salone libro milanosalone libro torinoaie fiera milano salone del libro






A2A
A2A
i blog di affari
Green Pass obbligatorio, alternativa allettante: benedizione o campare d'aria
L'OPINIONE di Diego Fusaro
MICHETTI: SARO' IL SINDACO DELL'ARMONIA
Green Pass obbligatorio, Italia avamposto del nuovo ordine terapeutico
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.