A- A+
Milano
Milano, il pm Storari rischia il trasferimento, Csm apre la procedura
Paolo Storari

Milano, Csm apre la procedura per trasferimento del pm Storari

Secondo quanto riportato dall'ANSA, il pm di Milano Paolo Storari rischierebbe il trasferimento d'ufficio. La Prima Commissione del Csm ha infatti aperto la procedura per incompatibilita' ambientale e funzionale, iniziativa presa nei confronti a seguito dei contrasti nella procura di Milano. Un'altra procedura pende nei confronti del pm Fabio De Pasquale. Entrambi saranno ascoltati a fine gennaio dalla Prima Commissione per difendersi dalle contestazioni mosse nei loro confronti.

Il caso Amara e il procedimento disciplinare a Storari

Lo scontro alla procura di Milano - ricorda l'ANSA - e' nato attorno alla gestione del procedimento Eni. Ed era venuto alla luce con la consegna da parte di Storari dei verbali dell'avvocato Piero Amara all'allora consigliere del Csm Piercamillo Davigo per "autotutela". Proprio per questa vicenda Storari e' sotto procedimento disciplinare: il Pg della Cassazione Giovanni Salvi aveva chiesto per lui anche il trasferimento cautelare, ma la scorsa estate la Sezione disciplinare del Csm aveva respinto la richiesta. Stavolta  l'attenzione non sarebbe puntata sui verbali consegnati a Davigo ma su come il magistrato ha esercitato il suo ruolo di pm con riferimento ai contrasti all'interno della procura. L'intera vicenda ha dato origine anche a un procedimento penale a Brescia: i magistrati titolari hanno chiesto il rinvio a giudizio per Storari e Davigo, ma a seguito delle dichiarazioni rese da Storari c' e' un'inchiesta aperta anche nei confronti di De Pasquale, dell'aggiunto Laura Pedio e del pm, ora alla Procura europea, Sergio Spadaro (mentre e' vicina all'archiviazione quella nei confronti dell'ex procuratore Francesco Greco). 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    paolo storari






    A2A
    A2A


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.