A- A+
Milano
Milano, morto l'operaio 71enne precipitato da 14 metri
Infortunio sul lavoro

Milano, morto l'operaio 71enne precipitato da 14 metri

E' morto all'ospedale Niguarda di Milano  l'operaio di 71 anni che ieri era precipitato da un'altezza di 14 metri mentre lavorava su un tetto a Senago all'interno della ditta Cifa che produce macchinari industriale. L'uomo era in pensione e lavorava regolarmente per una ditta esterna che stava svolgendo sul tetto lavori di manutenzione: è precipitato da 14 metri ed è finito in una buca profonda due. Ieri sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118, i vigili del fuoco e gli agenti della Polizia locale. L'uomo, portato in ospedale in condizioni critiche, è morto oggi. Delle indagini si occupa la Procura di Milano.

La Procura apre un fascicolo per omicidio colposo

Un fascicolo per omicidio colposo verrà formalmente aperto nelle prossime ore per far luce sulla morte dell'operaio di 71 anni che ieri era precipitato da un'altezza di 14 metri mentre lavorava su un tetto a Senago (Milano) all'interno della ditta Cifa che produce macchinari industriale. L'indagine, al momento a carico di ignoti, per ora sarà coordinata dal pm di turno Roberta Amadeo e poi verrà trasmessa al dipartimento Tutela della salute, dell'ambiente e del lavoro guidato dal Procuratore aggiunto Tiziana Siciliano. Gli investigatori della polizia locale di Senago in collaborazione con Ats stanno ricostruendo la dinamica dei fatti e accertando, tra l'altro, se l'uomo avesse l'imbracatura e la presenza o meno della fune di sicurezza. La sua posizione contrattuale con una ditta di Lissone incaricata della manutenzione del tetto dai primi accertamenti risulta regolare.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
milanomorte lavorosenago







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.