A- A+
Milano
Milano, palazzo di Largo Treves battuto all’asta per 52,7 milioni
Roberto Tasca

Milano, palazzo di Largo Treves battuto all’asta per 52,7 milioni

Dopo 30 rilanci si è conclusa l’asta all’incanto per l’aggiudicazione del palazzo comunale di Largo Treves. Tra sei società in gara, a prevalere è stata la Stella Real Estate che ha offerto 52,7 milioni di euro partendo da una base d’asta di 22,6 milioni di euro: molto più che raddoppiato il valore dell’immobile di 4.366 mq.

“Un altro buon segnale per la ripresa economica della nostra città – afferma l’assessore al Demanio, Roberto Tasca –. Con l’asta odierna abbiamo compiuto un ulteriore passo per la valorizzazione e la razionalizzazione del patrimonio immobiliare comunale. Si rivela ancora una volta vincente l’utilizzo delle aste all’incanto per indurre i concorrenti ad una gara al rialzo che consente un maggiore incasso a beneficio del Comune. Le maggiori entrate saranno destinate a sostenere gli ingenti interventi in conto capitale che il Comune dovrà fare, tra i quali il prolungamento a Baggio di M1”.

All’asta c’erano anche altri lotti. L’ufficio di via Pirelli 30: anche in questo caso gara vivace con 11 rilanci. Ad aggiudicarsi i locali di 414 mq la società Real One s.r.l. per 2 milioni di euro. Si partiva da una base d’asta di 1,3 milioni di euro. Unico concorrente per l’immobile di via Edolo. La Covi Immobiliare ha offerto 3,9 milioni di euro per 2.270 mq che partiva da una base d’asta di 3,8 milioni di euro.Deserta invece l’asta all’incanto per l’immobile di via San Tomaso 3 di 3.361 mq, che resta al momento nella disponibilità immobiliare del Comune e che verrà presto rimesso a bando.

LEGGI ANCHE: Anche l’HINTERLAND di Milano avrà il suo BOSCO VERTICALE

Commenti
    Tags:
    palazzo largo treveslargo treves







    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Alternanza scuola-lavoro, diciamo basta all'istruzione turbocapitalistica
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Il “vecchio” Biden indica i nemici Cina e Russia
    Di Ernesto Vergani
    Faccia a faccia Salvini-Draghi: "Cosa ho chiesto al premier"


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.