A- A+
Milano
Milano, salvo il glicine di piazza Baiamonti
Milano: il glicine di piazzale Baiamonti

Milano, salvo il glicine di piazza Baiamonti

I milanesi ce l'hanno fatta a suon di firme, 37mila per ora: il consiglio comunale ha votato all'unanimita' di salvare lo storico glicine del 'Circolo degli Ex Combattenti di Piazza Baiamonti', un grande nespolo e altri alberi del quartiere Sarpi-Garibaldi e del giardino comunitario dedicato alla testimone di giustizia Lea Garofalo. "Il consiglio ha votato di lasciarli dove sono - spiega all'AGI il consigliere dei Verdi Carlo Monguzzi, tra i promotori dell'iniziativa -. Ora tocca all'assessore all'urbanistica costringere il ministero a conservare la bellezza della natura. Il cantiere e' infatti nelle mani della Sovrintendenza e del ministero". Glicine e alberi rischiavano di essere abbattuti a breve perche' in quell'area sorgera' l'altro pezzo della piramide di Herzog.

Il progetto della seconda piramide di Herzog

 Nei giorni scorsi e' stato reso pubblico il progetto definitivo della 'seconda piramide' di piazzale Baiamonti che ospitera' il Museo della Resistenza, dopo la prima diventata sede della Feltrinelli, a completare la 'visione' dei progettisti Herzog e De Meuron. I residenti si erano opposti gia' all'epoca alla nuova struttura, senza successo. Ora sono tornati alla carica , anche con flash mob e concerti, per salvare gli alberi e lo sfolgorante, in questi giorni di primavera, amatissimo glicine

Iscriviti alla newsletter
Tags:
baiamonticombattentiglicinehetzogmilanopiramide







Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.