A- A+
Milano
Milano: sequestrate 180 piantine di marijuana in un campo nomadi. FOTO

Polizia di Milano: sequestrate 180 piantine di marijuana in un campo nomadi

La Polizia di Stato e la Polizia Locale, coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano, nell’ambito di attività finalizzate alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti nella provincia di Milano, hanno tratto in arresto un cittadino di origini albanesi per coltivazione e detenzione di 180 piantine di marijuana all’interno di una baracca in legno nel campo nomadi di Vaiano Valle.

Nei giorni scorsi gli agenti della sezione antidroga della Squadra Mobile, nel corso delle consuete attività di istituto, hanno acquisito l’informazione che all’interno del campo nomadi, in una delle strutture abitative in legno, era stata allestita una vera e propria piantagione di marijuana. Le prime attività investigative hanno consentito di individuare effettivamente una baracca sospetta di essere proprio quella segnalata.

Da accertamenti effettuati dal Nucleo Problemi del Territorio della Polizia Locale nei mesi scorsi, per attività di polizia giudiziaria coordinate dal Sostituto Procuratore Clerici della Procura della Repubblica di Milano, era emerso che la baracca individuata dagli agenti della sezione antidroga era l’unica non abitata, ma con la porta d’ingresso chiusa a chiave. Cosa che aveva impedito alla Polizia Locale di accertare chi fosse il reale utilizzatore.   Per questa ragione l’Autorità giudiziaria, titolare del procedimento penale, su richiesta della Squadra Mobile ha emesso un decreto di perquisizione finalizzato ad accertare l’eventuale presenza di stupefacenti all’interno della baracca.

Nelle prime ore del mattino di ieri, dunque, la Squadra Mobile e il Nucleo Problemi del Territorio della Polizia Locale hanno fatto irruzione nel campo di Vaiano Valle e, all’interno della struttura apparentemente disabitata, hanno trovato l’uomo di origini albanesi che aveva allestito una vera e propria piantagione indoor, con impianti di areazione e coltivazione, impianti idrici ed elettrici e lampade, necessari a creare le condizioni ambientali ideali per far germogliare i semi di cannabis.

All’interno della baracca sono state rinvenute e sequestrate circa 180 piantine già cresciute e pronte per l’essiccazione ed altri 500 vasi con terreno, probabilmente necessari per l’ulteriore coltivazione. L’arrestato è stato associato alle celle di sicurezza della Questura in attesa della direttissima odierna.    

Commenti
    Tags:
    polizia di milanomarijuanacampo nomadi
    Loading...









    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    "È ossessionato....". Salvini zittisce (ancora) Letta
    La Budapest comunista e i ladri italiani di opere d’arte
    La transizione energetica sprona il business di Sorgente Group
    Carlo Petagna*


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.