A- A+
Milano
Milano, tensione tra Lega e militanti di Macao. FOTO

Milano, tensione tra Lega e militanti di Macao

Tensione ieri sera tra esponenti della Lega e militanti del centro sociale Macao in viale Molise a Milano. Ricostruisce i fatti il commissario provinciale del Carroccio Stefano Bolognini: "Durante il nostro presidio in Viale Molise, davanti alle palazzine Liberty occupate da immigrati, i militanti del centro sociale Macao prima ci hanno insultati pesantemente e poi hanno cercato di aggredirci fisicamente. Noi eravamo lì per chiedere al Comune di sgomberare questi edifici dopo la violenta rissa tra immigrati dell’altra notte. Qui dormono oltre un centinaio di immigrati irregolari, molti dei quali delinquenti. Non è accettabile che il Comune lasci queste strutture in queste condizioni, consentendo a centri sociali e clandestini di occuparle in totale libertà”

“I centri sociali – commenta Silvia Sardone, eurodeputata e consigliere comunale della Lega - contano sulla benevolenza del Comune che vorrebbe regolarizzare, in maniera scandalosa, la loro presenza in quello stabile. Sanno che la Lega si oppone ai loro abusi e illeciti. Per questo oggi hanno cercato di aggredirci, dopo insulti di ogni tipo. Per loro, evidentemente, quell’area deve essere, per sempre, fortino dell’illegalità tra feste abusive e presenza di immigrati clandestini, molti dei quali spacciatori. Non possiamo sopportare questi atteggiamenti e chiediamo per l’ennesima volta al Comune di sgomberare queste palazzine e lanciare un progetto serio di riqualificazione che non passi attraverso la presenza dei delinquenti del Macao. Stiano sereni i compagni del Macao, non ci facciamo intimorire e andiamo avanti”.

Aggiunge il coordinatore lombardo Fabrizio Cecchetti: "Un'altra aggressione ad un gazebo della Lega a Milano da parte dei soliti noti dei centri sociali, in questo caso il centro sociale Macao, con un tentativo di aggressioni fisiche ai danni dei nostri esponenti, cui ovviamente va la mia solidarietà, che stavano tenendo un pacifico e democratico presidio di protesta in viale Molise dopo le risse degli scorsi giorni con tre accoltellati. Verrebbe da dire nulla di nuovo, perché ormai siamo abituati ad essere bersaglio di questi fascisti rossi, di chi antepone la violenza e la minaccia al confronto dialettico, di chi preferisce le botte alle parole. Confido che tutta la sinistra milanese, a cominciare dal loro capo Giuseppe Sala, prenda le distanze da questi personaggi".

Commenti
    Tags:
    viale moliselegamacaopalazzina liberty
    Loading...










    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Sul coprifuoco Salvini attacca Draghi ma non ci sarà nessun Papeete 2
    Covid, ormai è chiaro: condannati agli arresti domiciliari permanenti
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Superlega, Vittorio Feltri contro Andrea Agnelli


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.