A- A+
Milano
Milano Unita: manifesto contro il nuovo stadio San Siro

Milano Unita: manifesto contro il nuovo stadio San Siro

Milano Unita continua il pressing contro il nuovo stadio San Siro e promuove “Luci su San Siro”, un manifesto per chiedere un piano di fattibilità che risponda davvero al pubblico interesse attraverso un nuovo progetto di ristrutturazione dello stadio esistente. Riaccendere le luci sullo stadio sollecitando un dibattito pubblico con gli abitanti della zona e tutti i cittadini milanesi sul futuro dello stadio Meazza. È questo l'obiettivo della lista che ha tenuto questa mattina una conferenza stampa davanti alla biglietteria sud in via dei Rospigliosi. A partecipare oltre ai due capilista Paolo Limonta ed Elena Lattuada, Milly Moratti, consigliere comunale; Riccardo Aceti e Nicola Magistretti, co-autori del Progetto di riqualificazione dell'attuale stadio Meazza; David Gentili, presidente della Commissione AntiMafia del Comune Milano; Claudio Trotta, fondatore di Barley Arts e Slow Music e Nicola Fratoianni, parlamentare e segretario Nazionale di Sinistra Italiana.

"Lo stadio Meazza fa parte della storia di Milano: sportiva, architettonica, culturale", si legge nel manifesto presentato. "La sfida che abbiamo di fronte è se cancellare questa memoria o se dare vita a un progetto di riqualificazione che garantisca le strutture volute dalle due squadre, come ristoranti, sale ritrovo, hotel grazie alla ristrutturazione del terzo anello e delle quattro torri senza consumo di suolo e nel pieno rispetto degli indici di edificabilità previsti dal PGT, come avviene al Bernabeu di Madrid o al Camp Nou di Barcellona. Il progetto del nuovo stadio, definito già antico dall'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti, è in realtà un “pretesto” per avviare un'operazione immobiliare/finanziaria che ripropone il vecchio modello di sviluppo con l'ennesimo consumo di suolo, con la cementificazione che sventra un parco di 5 ettari, con residenze super lusso da 10.000 euro al metro quadro; con quattro grattacieli e due centri commerciali".

A spiegare il significato di “progetto antico” è stata proprio Milly Moratti: “È un progetto antico perché se un progetto è volto solo a riqualificare dal punto di vista del valore economico e finanziario il tutto allora è un progetto di speculazione. Il progetto è antico se non apre gli occhi per capire il valore di tutta questa area”. Per Nicola Fratoianni, bisogna “recuperare lo stadio San Siro per ragioni che hanno a che fare con la storia ma anche per ragioni che hanno a che fare con l’ambiente e con l’impatto che una nuova costruzione avrebbe. Si può lavorare sullo stadio impiegando meno tempo e meno soldi”, ha concluso.

De Chirico (Forza Italia): "Sala faccia chiarezza"

"Nonostante le dichiarazioni del sindaco Sala di qualche giorno, la lista Milano Unita, capitanata da Limonta, supportata da alcuni consiglieri dissidenti del PD, ha convocato una conferenza stampa per ribadire la ferma contrarietà al progetto del nuovo stadio. Oltre ai soliti cliché che cercano di strizzare l'occhio ai comitati del 'no' a tutto, già schierati con l'ultrasinistra, nessuna novità degna di nota". Lo dichiara Alessandro De Chirico, consigliere comunal di Forza Italia. "Ancora prima di entrare nel vivo della campagna elettorale, il centrosinistra ribadisce l'eterogeneità di vedute che hanno condizionato la paralisi della nostra città negli anni dell'amministrazione Sala dove, è bene ricordarlo, gli unici provvedimenti di sviluppo urbanistico - la riqualificazione degli Scali Ferroviari e approvazione PGT - sono stati approvati nell'aula di Palazzo Marino grazie al sostegno di Forza Italia. Il candidato Sala dovrebbe chiarire ai milanesi cosa farà in caso di vittoria in merito allo stadio e agli altri progetti urbanistici facendo sottoscrivere ai suoi capolista il suo programma elettorale perché le coalizioni si fanno sulla base delle proposte, non della convenienza politica. Come centrodestra, sosterremo il nostro candidato, Luca Bernardo, con la nostra visione di rilancio della nostra cara Milano", conclude.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    milano unitasan siro






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    la nomina dell'esperto per il risanamento aziendale (2)
    Angelo Andriulo
    Porto di Trieste, sgombero con gli idranti: il "potere" che spegne la rivolta
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Meglio praticare sport o fare una dieta?
    Anna Capuano


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.