A- A+
Milano
Minacce di morte a Brumotti: due trapper rinviati a giudizio

Minacce di morte a Brumotti: due trapper rinviati a giudizio

Due trapper rinviati a giudizio dalla Procura di Milano con l'accusa di atti persecutori e istigazione a delinquere aggravati dall’uso di strumenti informatici nei confronti di Vittorio Brumotti, inviato di Striscia la Notizia che i due avrebbero insultato e minacciato sui social dopo un suo servizio alla stazione di Monza. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera i due sono noti come  Jordan Jeffrey Baby e Mr Rizzus, all'anagrafe Jordan Tinti e Simone Rizzuto. I fatti risalgono al 2019: i due augurarono a Brumotti  "un bagno di acido", ma tensione c'era stata con uno dei due trapper già durante la realizzazione del servizio, volto a testimoniare il degrado e lo spaccio nella zona. Nelle settimane successive le minacce a Brumotti, compresa quella di aggredirne la fidanzata.

Commenti
    Tags:
    vittorio brumottistriscia la notiziaminacce mortetrappermonza
    Loading...










    A2A
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Da Ceferin (Uefa) a Grillo, l’uso corretto o no del web
    Di Ernesto Vergani
    Localitour d'Autore by Jalisse incontra RADIO ANTENNE ERRECI
    Ricci Fabio
    Ddl Zan, ecco perchè è un grave tentativo di imporre il pensiero unico


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.