A- A+
Milano
Mobilità e Olimpiadi: Stanzione (Filt Cgil), costruire l’intesa Atm-Trenord
Luca Stanzione

Mobilità e Olimpiadi: Stanzione (Filt Cgil), costruire l’intesa Atm-Trenord

IMPRESE-LAVORO.COM Milano – Mobilità e Olimpiadi. Luca Stanzione, segretario regionale della Filt Cgil lancia una proposta che ha al centro l’intesa tra Atm e Trenord in vista delle prossime Olimpiadi invernali. “Visto che Trenord ha avuto un consolidamento del proprio ruolo per i prossimi 10 anni, ora la società può rendersi disponibile per affrontare un tema che rischia di diventare urgente: la gestione della mobilità dell’evento olimpico nel 2026”, spiega Stanzione. “Infatti c’è la malaugurata possibilità - diversamente dalla stagione di Expo Milano 2015 quando i soggetti in campo erano tanti ma convergevano tutti sul capoluogo lombardo – che il servizio venga frantumato e risulti poco efficace. La risposta è un’intesa fra Trenord con Atm, col sostegno del comune di Milano, della Regione e della Fondazione che organizza l’evento olimpico, con l’obiettivo, da subito, di aprire un tavolo di confronto, anche con le organizzazioni sindacali, per pianificare la mobilità prima durante e dopo le Olimpiadi invernali 2026. Una scelta – chiarisce il segretario della Filt Cgil - che favorirebbe la definizione di un unico progetto per la mobilità dell’evento. Non va nascosta la complessità degli spostamenti che ricalca la geografia dell’evento: da Milano alla Valtellina fino ad arrivare a Cortina. Serve un progetto unitario, condiviso, in grado di superare le singole aspirazioni che si possono tradurre in rivalità, rischiando di diventare disservizio. In particolare la mobilità verso la Valtellina assume centralità, anche per i limiti delle infrastrutture presenti sul territorio. Il nucleo di questo tavolo di lavoro deve essere rappresentato dalla collaborazione fra Trenord e Atm. Trenord per il ruolo strategico della mobilità regionale su ferro, Atm per la collaudata esperienza nella stagione di Expo, della quale va fatto tesoro. Un capitolo a se va dedicato al personale delle due aziende che verrà impiegato in vista delle Olimpiadi, personale che deve avere pari diritti ed opportunità. Per concludere, non possiamo perdere tempo, l’evento sembra lontano ma solo una buona programmazione può rendere Milano-Cortina 2026 un’occasione per il territorio e per i lavoratori. Senza coordinamento tra Atm e Trenord rischiamo che la mobilità venga organizzata da altri soggetti, con un dumping sui diritti dei lavoratori”, conclude Stanzione.

Loading...
Commenti
    Tags:
    olimpiadi 2026luca stanzioneatmtrenord

    Regione Lombardia Video News









    UNA RETI
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Caldeggiamo un triplo regalo di compleanno alla memoria di Enzo Tortora
    Paolo Brambilla - Trendiest
    Scuola,presenza di infermieri e comitato scientifico in ogni città.La proposta
    L'opinione di Tiziana Rocca
    All’allenatore di calcio serve il portavoce
    Daniele Salvaggio, Imprese di Talento


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.