A- A+
Milano
Morto l'uomo tuffatosi nell'Adda per salvare una parente

E' morto nella notte all'ospedale di Bergamo un trentunenne cingalese che era semi annegato ieri nel fiume Adda a Rivolta (Cremona) per salvare una parente che stava affogando. L'uomo, residente a Liscate (Milano) era sulle rive del fiume con moglie e figli quando una parente che faceva il bagno ha gridato aiuto. In tre hanno creato una catena umana per raggiungere la giovane in difficolta' e portarla a riva ma l'uomo, che era il piu' vicino al centro del fiume e' stato portato via dalla corrente. E' stato poi ripescato ma ormai in gravi condizioni e portato all'ospedale di Bergamo, dove e' morto nella notte.

Tags:
fiume addasoccorsi






A2A
A2A
i blog di affari
Il federalismo per salvare la democrazia italiana
Di Ernesto Vergani
AIUTI PER I VOLONTARI, AUDIT ENERGIA, DONATORI SANGUE, INCENDI
Boschiero Cinzia
PENSIONI INTEGRATIVE EUROPEE, WELFARE, FONDI PER SCUOLA E MIGRANTI
Boschiero Cinzia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.