A- A+
Milano
Mucca lotta per sfuggire al macello: abbattuta dai carabinieri

Forse intuendo il destino cui stava andando incontro, si è imbizzarrita e si è opposta con tutte le proprie forze per evitare di essere caricata sul camion che l'avrebbe condotta al macello. Protagonista della vicenda, avvenuta a Sirone, nel Lecchese, una mucca da allevamento, che alla vista dell'automezzo ha puntato gli zoccoli, rotto il legaccio e cominciato a scalciare come una furia, caricando tutte le persone nei paraggi. Inutile l'intervento del veterinario, sono dovuti intervenire i carabinieri di Oggiono, cui è stato chiesto di uccidere l'animale per evitare che fuggisse. Sono stati esplosi ben venti colpi per abbattare la mucca.

Tags:
muccamacelloallevamentosirone









A2A
A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Amici, Federica Gentile di RTL1025 ha una sorpresa per due allievi
Francesco Fredella
Oggi al MUDEC online "Le città delle Donne”. Le opere di non-fiction premiate
Paolo Brambilla - Trendiest
L'impresa e la solidarietà familiare. Come evitare casi di "sfruttamento"
di Avv. Andrea Gazzotti


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.