A- A+
Milano
Nuovo stadio, il Milan torna in gioco. Inside

di Fabio Massa

Tutto riaperto. Chi pensava che il Milan fosse ormai fuori dalla contesa per la realizzazione del nuovo stadio sull’area del Portello, di proprietà di Fondazione Fiera Milano, probabilmente dovrà ricredersi. Certo è che per gli uomini di Barbara Berlusconi il tempo stringe. Al rientro dal ponte del 2 giugno, per la precisione entro il 5, dovranno infatti essere consegnate le buste con la risposta alle prescrizioni richieste da Fondazione Fiera Milano. Una serie di domande alle quali, in un primo tempo, i rossoneri pareva non dovessero rispondere vista la necessità espressa di ulteriore tempo per un lasso di sei mesi. Un periodo troppo lungo, dato che la road map è identificata e non si cambia: il 9 giugno c’è la riunione del comitato esecutivo e il 25 la ratifica dal consiglio generale. Tra poco più di una settimana, quindi, i membri che si sono convocati alle 17 per decidere quale delle tre offerte scegliere (in corsa ci sono anche Prelios e Vitali) dovranno mettere la parola fine all’incertezza. Secondo rumors dalla società rossonera i tecnici del Milan avrebbero lavorato duramente per arrivare con una offerta completa in tutte le sue parti così come richiesto dalla proprietà. Anche perché l’impressione è che sulla partita ci sia Silvio Berlusconi in prima persona. 

@FabioAMassa

Tags:
milannuovo stadioinside







A2A
A2A
i blog di affari
Oggetto sociale srl: più è ampio, meno paghi
Gianluca Massini Rosati
L’intelligence come tutela della democrazia del Paese
Daniele Salvaggio, Imprese di Talento
Solidarietà ai bielorussi contro Lukashenko, ultimo dittatore d’Europa
L'OPINIONE di Ernesto Vergani


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.