A- A+
Milano
Occuparono case Giambellino: tornano in libertà gli 8 imputati
Bando alle periferie

Occuparono case Giambellino: tornano in libertà gli 8 imputati

Sono tornati in liberta' gli otto esponenti del 'Comitato Abitanti Giambellino - Lorenteggio', collegato al centro sociale 'Base di Solidarieta' Popolare', a processo con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata a una serie di episodi di 'occupazione abusiva di alloggi di edilizia pubblica sfitti' e di 'resistenza a pubblico ufficiale'. Erano finiti ai domiciliari con l'accusa avere creato una sorta di 'canale' alternativo a quello ufficiale dell'Aler (Azienda lombarda edilizia residenziale) per assegnare alloggi alle famiglie indigenti nel quartiere periferico di Milano. Nell'ambito dell'operazione coordinata dal pm Piero Basilone del 13 dicembre scorso, era stato disposto anche il sequestro preventivo con relativo sgombero di 9 alloggi di edilizia popolare abusivamente occupati e gestiti dal Comitato.

Nel provvedimento con cui revocano la custodia cautelare stabilendo nei confronti degli 8 imputati la misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, i giudici della quarta sezione penale, davanti ai quali si celebra il processo scrivono, che "in effetti, a molti mesi dai fatti, trascorsi nel rispetto delle misure cautelari e senza reiterazione di condotte illecite del tipo di quelle a loro ascritte, deve ragionevolmente ritenersi che le esigenze cautelari siano venute meno". Accogliendo l'istanza presentata, tra gli altri, dagli avvocati Mauro Straini ed Eugenio Losco, i magistrati rilevano come "la non breve durata complessiva delle diverse misure cautelari abbia ragionevolmente avuto un'efficace funzione special - preventiva su ciascun imputato, come sarebbe dimostrato dal fatto che durante la fase cautelare nessuno di loro avrebbe reiterato condotte illecite".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    giambellinocase occupate giambellino






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Italia nazione più colpita in Europa dal traffico di identità digitale
    Con Enrico Letta c’è il futuro verde del PD e dell’Italia
    Mauro Buschini*
    Riforma Fiscale 2021: cosa cambia davvero per le imprese?
    Gianluca Massini Rosati


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.