A- A+
Milano
Omicidio di Corsico, fermati i due autori: uno ha 16 anni

I carabinieri del nucleo investigativo di Milano hanno identificato e fermato i presunti autori dell'omicidio di Lazslo Iulian Razvan, 19 anni, cittadino romeno, ucciso con un colpo di revolver calibro 22 alla stazione di Corsico, nel milanese, nella serata di giovedi' scorso. Si tratta di Dario Calzone, 19 anni, cittadino italiano, e K.M., 16 anni, cittadino libico. Secondo le prime ricostruzioni Calzone, residente in zona Corvetto, avrebbe attirato la vittima alla stazione con un pretesto. Il 16enne, appostato dietro una colonna, sarebbe uscito allo scoperto e avrebbe fatto fuoco. Alla base dell'omicidio ci sarebbe un debito che la vittima aveva nei confronti dei due.

Dopo l'omicidio di Razvan i due presunti assassini hanno abbandonato i loro cellulari, interrotto qualsiasi contatto online e sono fuggiti sulla riviera romagnola. Ma gli investigatori sono riusciti a risalire a loro attraverso i tabulati telefonici e il messaggio con il quale Calzone dava appuntamento alla vittima. Le immagini di una telecamera di sorveglianza della zona mostra anche due figure che si allontano in fretta dalla stazione di Corsico poco dopo l'omicidio. Una volta identificati i sospetti, i carabinieri hanno passato al setaccio le loro comunicazioni con le famiglie, tutte composte da persone inserite e lavoratrici, e individuato i fuggitivi a Rimini. Una volta catturati, il 19enne e il 16enne hanno fatto le prime ammissioni di colpevolezza. Al momento, il movente rimane un debito non pagato dalla vittima, ma se il debito fosse connesso alla droga o ad altri reati rimane ancora da stabilire: nonostante il profondo inserimento delle famiglie dei due nel tessuto lavorativo, entrambi avevano piccoli precedenti per droga e reati contro il patrimonio, cosi' come la vittima.

Tags:
omicidiocorsicostazione ferroviariacarabinieri






A2A
A2A
i blog di affari
Nuovo Direttivo alla Camera Civile Salentina
Sanzioni Covid: arrivano le cartelle pazze
Femmmicidi-infanticidi, riflesso di una Italia che non sopporta le difficoltà
di Maurizio De Caro

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.