A- A+
Milano
Pd, si aprono le danze. Municipi, si cambia la legge?
Pd

Pd, si aprono le danze. Municipi, si cambia la legge?

SI APRONO LE DANZE/ Pare proprio che a sinistra sia iniziato il grande ballo che porterà alle candidature per il consiglio comunale del prossimo anno. Politica? Pochina. Però un sacco di velleità. Così, per fare il punto della situazione si terranno tre assemblee. Una con i parlamentari, l'altra con i consiglieri regionali  e l'altra con altre rappresentanze del Pd. Per dirsi che cosa? Come fare ad arrivare alle elezioni.

PRONTI PARTENZA VIA/ A proposito di aspiranti consiglieri, si vocifera che - oltre a quelli che vogliono tornare in consiglio comunale - ci potrebbero essere molte new entries. Una potrebbe essere quella di Mattia Abdu, instancabile uomo-macchina del partito, ottimo in televisione e dalla grande verve comunicativa. Poi Lorenzo Pacini, segretario dei giovani democratici della Lombardia. Ma anche altri, che stanno iniziando ad affollare uno spazio già densissimo. In una iniziativa pubblica pare che D'Alfonso di Alleanza Civica abbia detto che non si vuole ricandidare. Mentre potrebbe correre Martina Riva di + Europa dopo l'esperienza alle Europee, magari passando proprio nella formazione di D'Alfonso.

NUOVE REGOLE/ Una delle cose che si vocifera a Palazzo Marino è che potrebbero cambiare le regole elettorali sui consigli di zona. L'ultima volta non hanno portato benissimo. L'attuale legge prevede il ballottaggio se nessuno dei candidati supera il 40 per cento. La maggioranza potrebbe iniziare a pensare di cambiare questo meccanismo, portando il ballottaggio con la meccanica del Comune, quindi scatterebbe se nessuno arriva al 50 per cento. Per quanto riguarda la presidenza del municipio ci sono due grossi problemi: la successione di Arrigoni in zona 1 e di Simone Zambelli in zona 8. Zambelli potrebbe finire in consiglio, e Abdu al posto di Arrigoni se non vuole provare la gara per il seggio. Chi si ricandida alla presidenza sicuramente saranno Minniti in zona 6 e Antola in zona 3.

PRIMARIE E DINTORNI/ Nei circoli si parla delle primarie per i municipi. Ma pare che ci siano resistenze da parte di Palazzo Marino. Chi la spunterà?

ALLEANZA CIVICA/ Qualcuno racconta che gli ex pisapiani si starebbero avvicinando alla lista di D'Alfonso. Per ora è passata la Specchio dal Pd, ma le truppe si potrebbero infoltire. Dopodiché il quadro è composito: cespugli di sinistra assai litigiosi e Italia Viva, che ha appena iniziato il suo cammino. Per non parlare dei Verdi, SinistraXMilano, quel che resta di Leu eccetera. Un caos che - sperano i supporter di Sala - possa ricomporsi in qualcosa di stabile.

fabio.massa@affaritaliani.it

Loading...
Commenti
    Tags:
    pdpd milano











    UNA RETI
    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Scatola nera aereo: come funziona e quante ne sono
    Anna Capuano
    Cosa rivela la nostra scrittura? La risposta è nella grafologia
    Anna Capuano
    Matrimonio e mancanza di rapporti sessuali: gli obblighi e cosa dice la legge
    di Avv. Marzia Coppola*


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.