A- A+
Milano
Peace Kitchen, il Giappone si gusta in Cascina Cuccagna

Dal 9 maggio fino al 31 ottobre 2015 un posto a Milano e Cascina Cuccagna saranno la “prima casa italiana” di Peace Kitchen, un programma di eventi e di esperienze che si ispirano alla cultura e ai valori della cucina tradizionale giapponese. Numerosi e vari sono gli eventi in programma durante tutto il periodo di Expo 2015 in Cascina Cuccagna: degustazioni di sake e di onigiri, cene interattive, incontri e installazioni, il mochitsuki (la tradizionale cerimonia per preparare la torta di riso detta mochi) e le danze tradizionali giapponesi, lezioni di cucina casalinga e le “ricette di pace”, create da chef provenienti da tutto il mondo a supporto di Peace Kitchen. Da oltre un millennio, al centro della cucina e della cultura giapponese si trovano due concetti fondamentali: il rispetto per il cibo e il senso di pace. Non solo il cibo in sé, ma anche il tempo e le persone, la condivisione e la socialità, che danno vita a una cultura del cibo unica e speciale. E che chiamiamo cibo per la pace.

“Insieme a Peace Kitchen - commenta Beniamino Saibene, presidente di Esterni - vogliamo sperimentare e scoprire come il cibo possa avvicinare le persone e creare un nuovo senso di comunità.” Per tutta la durata del progetto, la cucina di un posto a Milano ospiterà nel suo menù alla carta alcuni piatti pensati dallo chef Nicola Cavallaro, che si ispirano alla cucina per la pace di Peace Kitchen, dove si incontrano la tradizione culinaria giapponese e quella italiana. E così, pur cambiando i sapori e gli abbinamenti delle materie prime e la cura e l’attenzione con cui vengono selezionati e presentati i prodotti, restano uguali le modalità di condivisione del cibo e di socialità. Peace Kitchen condivide con il Progetto Cuccagna le stesse sfide, tra cui la relazione tra produttori e consumatori, il rispetto delle risorse umane e ambientali, l’educazione alimentare e il consumo sostenibile, il tutto in una forma di condivisione in grado di rafforzare il senso di comunità. “Siamo molto lieti di ospitare in Cascina Cuccagna il progetto Peace Kitchen - commenta Andrea Di Stefano, il presidente di associazione consorzio Cantiere Cuccagna - che favorisce l’incontro tra culture diverse su un piano così importante quale è il cibo nella sua valenza culturale e sociale.” Il progetto Peace Kitchen, si inserisce nella programmazione di Cascina Cuccagna all’interno del marcato agricolo del martedì e del venerdì, con le Japan Night, ogni ultima domenica del mese, con incontri ed esposizioni.

Tags:
peace kitchencascina cuccagnaexponicola cavallaro






A2A
A2A
i blog di affari
Bipolarismo, ecco quando necessario usare il TSO
di Francesca Albi*
Olio extravergine d’oliva: benefici e caratteristiche
Anna Capuano
Décolleté con tacco alto o con zeppa: quale funzionerà per gli outfit di tutti
Anna Capuano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.