A- A+
Milano
Pedaggio in Area C per l'auto ibrida, Assomobilità: "Contro il buonsenso"

IMPRESE-LAVORO.COM - Milano, 29 marzo 2018 – “E’ francamente contro il buon senso mettere un pedaggio d’ingresso in Area C (dall’ottobre del prossimo anno) all’auto ibrida che è a basso impatto ambientale”: lo rileva Simonpaolo Buongiardino, presidente di Assomobilità (Confcommercio Milano).

“L’obiettivo di una migliore qualità dell’aria è assolutamente condiviso da tutti gli imprenditori del terziario. E’ un errore – afferma Buongiardino – penalizzare l’auto ibrida che costituisce, nella mobilità, una risposta concreta all’obiettivo di riconvertire il parco autoveicoli con benefici per l’ambiente. Occorrono più incentivi per favorire gli investimenti delle imprese e dei privati”. “Non va mai dimenticato – aggiunge Buongiardino – che a Milano vi sono oggettive esigenze di mobilità per consegne, servizi e rifornimenti”. “Chiediamo al Comune – conclude Buongiardino – di riconsiderare questo provvedimento: una misura certo annunciata, ma che resta penalizzante proprio per chi vuol essere più virtuoso. Su questo e altri temi della mobilità ci auguriamo di proseguire presto il confronto costruttivo con l’Amministrazione comunale: è necessario un incontro chiarificatore con l’assessore Granelli”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
pedaggioarea c






A2A
A2A
i blog di affari
Attenzione: Fisco sospeso solo a metà
LIBRI/ Il Grand Tour di Stefano Veraldi, dermatologo vagabondo
Di Ernesto Vergani
Vaccini obbligatori ai bambini, che cosa fare quando l'ex coniuge si oppone
di Avv. Maria Grazia Persico*


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.