A- A+
Milano
Periferie, isole pedonali da Corvetto a Giambellino. Confesercenti esulta

Cinque periferie da riqualificare - scrive il quotidiano la Repubblica - cinque quartieri da "rallentare". Nelle stesse zone che la giunta Sala ha inserito nel piano di rilancio, i tecnici comunali stanno preparando un progetto per introdurre anche delle "isole ambientali" dove la velocità viene ridotta, il marciapiede si allarga e l'abitato diventa più vivibile. Corvetto, Bovisa-Niguarda, via Padova-via Adriano, Giambellino-Lorenteggio e Qt8-Gallaratese: sono i quartieri dove i progetti di mobilità dolce sono ritenuti prioritari e rappresentano uno degli aspetti della rigenerazione sulla quale tanto insiste l'amministrazione.

Painini (Confesercenti): bene le isole ambientali in periferia, ossigeno anche per il commercio

IMPRESE-LAVORO.COM  - Milano - "Molto bene i progetti di riqualificazione delle periferie proposti dal Comune", dice Andrea Painini, presidente di Confesercenti Milano. "Con l’obiettivo di limitare la circolazione delle auto a favore della pedonalizzazione. Bovisa-Niguarda, via Padova-via Adriano, Giambellino-Lorenteggio e Qt8-Gallaratese, saranno a misura di cittadino. Marciapiedi più larghi, auto a 30 chilometri orari e isole ambientali dove le attività commerciali possono attirare i cittadini. Perché il commercio migliora la vivibilità e l’aggregazione anche nei quartieri periferici. Un passo avanti deciso anche per rafforzare – in qualche caso restituire - nei quartieri popolari i negozi di vicinato. Noi, come Confesercenti, stiamo col Comune e abbiamo elaborato il progetto “living street” per contribuire a rendere più belle e dinamiche le nostre periferie. Un contributo ad una Milano città di tutti", conclude Painini.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
periferie milanogiambellinocorvetto






A2A
A2A
i blog di affari
Covid: gettata la maschera, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, Lancet smonta le tesi che stigmatizzano i non vaccinati
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.