A- A+
Milano
Piattaforma Milano schiera i suoi candidati civici al servizio della città
Piattaforma Milano (foto: Deborah Giovanati via facebook)

Piattaforma Milano schiera i suoi candidati civici al servizio della città

Ventisei candidati alle prossime amministrative nelle liste della coalizione di centrodestra, che sostiene Luca Bernardo, provengono da Piattaforma Milano: Soci, Fondatori o rappresentanti dei Fondatori. “Dalle parole ai fatti, dai contenuti con i quali abbiamo contribuito in questi anni al dibattito in città alle persone che hanno scelto di mettere cuore e idee al servizio della città. Un grande contributo di Piattaforma Milano anche alla campagna elettorale in corso. Perché chi vuole il bene di Milano butta il cuore oltre l'ostacolo”. Così Carmelo Ferraro, Presidente di Piattaforma Milano, Associazione civica ma anche una “palestra politica” dove dalla panchina si scende in campo.

Piattaforma Milano nata nel 2018 e nel 2019 ha eletto il proprio consiglio direttivo, attraverso un percorso di elezioni popolari che hanno visto al voto 5000 cittadini di Milano e della Città Metropolitana. L’originalità di questo “laboratorio” si fonda sul reciproco scambio di competenze, nei più diversi temi che rispecchiano gli interessi e i lavori dei Consigli e delle Commissioni sia Comunali sia Municipali. Proprio per questo Piattaforma Milano, come gli organi del Comune, è organizzata in Commissioni, alle quali aderiscono i Soci, guidate da un Coordinatore Delegato che è anche Consigliere del Direttivo.

Fra questi Orietta Colacicco per la Mobilità, Rosanna Favulli per Welfare, Terzo Settore e Politiche per la famiglia, Maryan Ismail per le Periferie, Coesione sociale e Pari Opportunità, Roberto Pasolini per l’Educazione, Stefano Azzalin per il Territorio. Tantissimi, anche durante questi due anni di emergenza sanitaria, sono stati i momenti di incontro e di ascolto dei bisogni dei cittadini, dal Convegno itinerante sulla violenza sulle donne, all’Ambrosiana di fine 2019, che ha visto la partecipazione di pubblico ed esperti, impegnati su diversi tavoli tematici. A causa della pandemia sono seguiti molti webinar centrati sui più diversi argomenti.

“La grande novità di Piattaforma Milano è stata l’ampia partecipazione e aggregazione di cittadini, associazioni, comitati, tutti coinvolti con un rinnovato senso di responsabilità per la vita politica e sociale della nostra città; una nuova casa per i moderati dove si sono incontrati il civismo attivo tipicamente ambrosiano con la politica appassionata”, così continua il portavoce di Piattaforma Milano Carmelo Ferraro. “Un contributo civico indipendente che ha rappresentato e rappresenta un modello per la straordinaria vitalità di Milano. Un modello che qualcuno proprio in queste ore ha provato a inquinare con polemiche politiche che rappresentano Piattaforma Milano come una succursale di qualche partito, mancando di rispetto alle migliaia di cittadini e le centinaia di professionisti e persone che in questi anni hanno dedicato tempo, competenze e progettualità per il bene della città e della sua ripartenza. E che continuerà a farlo anche dopo queste elezioni. Piattaforma Milano non è né il luogo dell’antipolitica né dell’asservimento ai partiti, ma uno spazio di libertà al fianco dei partiti e delle realtà sociali più vive”.Tornando alle Amministrative, oltre ad aver contribuito alla predisposizione del programma elettorale, sette candidati sono nelle liste di Forza Italia, a partire dal Capolista e Capogruppo Fabrizio De Pasquale, in corsa per il Comune, mentre per i Municipi 1, 3, 5, 7 e 8  sono in corsa Giampaolo Berni Ferretti, già Consigliere di Municipio 1, il consulente finanziario Anacleto Camarda, il medico veterinario Alessio Ceriani, l’avvocato Rita Galeone, Coordinatore Delegato all’urbanistica di Piattaforma Milano, Erminio Galluzzi, Consigliere del Municipio 5 e Coordinatore Delegato all’Ambiente e Anna Gesualdo, avvocato penalista e Delegata alle Pari Opportunità di Piattaforma Milano.

Per Milano Popolare 11 sono i candidati: per il Comune, Matteo Forte, vice Presidente di Piattaforma Milano, già Consigliere Comunale, Andrea del Corno, Consigliere dell’Ordine degli avvocati di Milano e Segretario di Piattaforma Milano, Stefania Bonacorsi, già Consigliere del Municipio 1 e Coordinatore Delegato alla Cultura in Piattaforma Milano, Claudio Santarelli, Consigliere dell’Ordine degli avvocati di Milano e Delegato alla Legalità e Sicurezza di Piattaforma Milano. Per i Municipi 3,4,5,6,9 ci sono Massimiliano Bombonati, Alessandro Bramati Presidente del Municipio 5 e nuovamente candidato Presidente, Roberto De Lorenzo, Nicola Natale medico e Consigliere di Municipio 3, Fabio Romano, delegato della Commissione Sport e capolista per il Municipio 4, Laura Lucia Spreafico, Nelson Valentino.

Nella Lista Civica del candidato sindaco Luca Bernardo per il Comune sono in corsa Manfredi Palmeri, Consigliere regionale in carica e Consigliere comunale uscente, l’avvocato Daniele Barelli, l’avvocato Giovanni Bassi, il medico Antonio Canino, Maricela Sinchez. Nella Lega sono candidati al Comune Deborah Giovanati, già Assessore alle Politiche Sociali per il Municipio 9 e per i Municipi 6 e 9 Diego Brachetti e Vittorio Tripicchio. Infine, nella Città Metropolitana sono candidati al Comune di Pioltello Marcello Menni, già presidente del consiglio della stessa città e al Comune di Rho Marco Tizzoni, componente del Direttivo e consigliere comunale uscente.Carmelo Ferraro conclude: “la candidatura di Luca Bernardo, civico e professionista, è la sintesi del progetto Piattaforma Milano, di persone che si vogliono mettere al servizio della città per il bene comune, per questo lo sosteniamo con convinzione e ringraziamo tutti coloro che si stanno mettendo in gioco”.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    piattaforma milano






    A2A
    A2A
    i blog di affari
    Draghi-Schwab, vis a vis due protagonisti dell'ordine neoliberale filobancario
    L'OPINIONE di Diego Fusaro
    Violenza donne, la maratona radiofonica che dà voce alla lotta agli abusi
    L'opinione di Tiziana Rocca
    Super Green Pass, il trionfo del folle progetto di discriminazione
    L'OPINIONE di Diego Fusaro


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.