A- A+
Milano
Pinocchio/Centrodestra, gli spazi ci sono: ma chi se li prende?

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.15 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

C’era una volta un Paese nel quale la politica cercava sempre, ossessivamente, la strada più semplice. E invece di ricavare dai dati concreti le tesi con le quali fare politica, avviene regolarmente l’inverso: si parte dalla tesi e si piegano i dati a piacimento. Il commento di oggi, ovviamente, è ancora sulle elezioni amministrative e sui ballottaggi. Giulio Gallera, segretario cittadino di Milano, giustamente dice che c’è uno spazio per la proposta di centrodestra e che Milano è contendibile, che tradotto vuol dire che la sinistra non ha già vinto. E ha ragione. Anche Mariastella Gelmini dice la stessa cosa, e anche lei ha ragione: il centrodestra unito può vincere. Peccato che però il centrodestra non è affatto unito. Non esiste uno straccio di progetto politico che metta insieme la Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia, che - a mio modesto parere - sono i veri vincitori un po’ in tutta la provincia perché hanno tutelato il loro orticello, sono cresciuti non sbagliando neppure un’alleanza. Seppur su numeri minimi, ma comunque ci sono. Nello stesso giorno in cui Mariastella Gelmini parla e dice che bisogna andare uniti e che Salvini deve chiarire che cosa vuol fare da grande, il capogruppo in regione Pedrazzini litiga con la Lega Nord sulla sanità. E quindi? Quindi una coalizione non esiste, non esiste una piattaforma programmatica, non esiste niente. Esiste solo lo spazio, quello sì. Perché la partita di Milano è tutta da giocare. Il problema è se qualcuno vorrà davvero scendere in campo oppure no.

Tags:
giulio galleraelezioni milanopinocchio







A2A
A2A
i blog di affari
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio
Green pass obbligatorio e lockdown annunciati: il ritorno alla nuova normalità
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Il braccio robotico di Perseverance alla ricerca di segni di vita su Marte
di Maurizio Garbati


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.