A- A+
Milano
Pinocchio/Città metropolitana, nata in default e gestita di malavoglia

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.15 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

C’era una volta un Paese che cambiava tutto per cambiare in peggio. Da sempre, fin dall’inizio, ho pensato che l’abolizione delle province fosse una boiata pazzesca. Ricordo una serie di puntate su Telelombardia nella quale cercavamo di dimostrare, con dati concreti, come l’abolizione dell’ente intermedio tra Regione e Comune non solo non avrebbe fatto risparmiare una lira o un euro che dir si voglia, ma che avrebbe addirittura peggiorato la situazione. E così, facili profeti di sventura, è stato. Sul Corriere della Sera l’acuto Giangiacomo Schiavi parla della Città Metropolitana e dice una cosa di grande efficacia: senza soldi questo ente nasce già in default. E che cosa bisogna tagliare ancora? Ci sono vagonate di competenze, dai disabili all’Idroscalo e nessun soldo. I politici hanno le cariche GRATIS. Ripeto: GRATIS. E sarebbe da dire, prima o poi, che le cose fatte gratis hanno il valore di quello che si paga, e che quindi non pagare gli assessori non è una gran mossa. Se non date un soldo all’idraulico per sistemarvi il tubo che perde come potrete pretendere che faccia il lavoro bene? Lo farà di fretta, come un favore. E magari anche di malavoglia. Ecco, la malavoglia di Giuliano Pisapia, che della città metropolitana è sindaco, ma che ha sempre detto di non volersene occupare. Io mi sarei dimesso. Perché non gestire una situazione è peggio che gestirla male. E fare il martire, in politica, non vuol dire diventare santo.

Tags:
pinocchioprovincia di milanocittà metropolitanagiuliano pisapia







A2A
A2A
i blog di affari
Green pass, l'irresponsabile accettazione cadaverica del nuovo Leviatano tecnosanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.