A- A+
Milano
Pinocchio/ I tre problemi dei magistrati spaventati dal Giambellino
Pinocchio

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.15 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

C'era una volta il Giambellino e la Milano tanto bella da non dover chiedere mai. Allora, vi racconto che cosa è successo ieri. Ieri mi capita per le mani una lettera riservata da parte della magistratura tributaria inviata a tutte le più alte cariche dello stato, dal presidente della repubblica al ministro della giustizia. Una lettera nella quale i magistrati (ehi, i magistrati, quelli della giustizia, capito?) dicono che non vogliono trasferirsi al Giambellino. Perché? Molto semplicemente perché secondo i magistrati il Giambellino è un posto insicuro, a tarda sera i magistrati rischiano e pure gli utenti, e in più non si trova parcheggio. E poi, il Giambellino, scrivono, è estrema periferia. E noi, sottinteso, in estrema periferia non ci vogliamo andare. Allora, qui si sottendono tre problemi. Il primo è quello di una città che continua a pensare, in barba alla logica minima, che i servizi vadano concentrati al centro e il residenziale fuori, quando è ovvio che così facendo si intasa il centro e si spopola la periferia. Non è un caso che tutte le città che provano a funzionare fanno esattamente l'opposto. Il secondo problema è di narrazione: ma come, Milano non era la città sicura, bella, rinata? E allora perché i magistrati hanno paura? Il terzo problema riguarda i magistrati: ma in quale Paese del mondo chi amministra la giustizia, anche se tributaria, dichiara di non volersi spostare perché ha paura a starci la sera? E qui, passo e chiudo.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
giambellinomagistratura tributaria






A2A
A2A
i blog di affari
Parte dal Webinar la difesa dei contribuenti
SERVONO EUROPROGETTISTI, BANDI NEL DIGITALE E PER PROGETTI ECOSOSTENIBILI
Boschiero Cinzia
Green Pass, le manifestazioni pacifiche possono far cedere il regime sanitario
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.