A- A+
Milano
PoliMi-Mit Boston, dieci anni di gemellaggio: cento progetti di ricerca

Più di 100 progetti di ricerca congiunti MIT – Politecnico di Milano nell’ambito della Bioingegneria, della Scienza dei Materiali, dell'Ingegneria Meccanica, Energetica, Fisica e ICT e oltre 80 tra dottorandi, Post Doc e giovani ricercatori coinvolti: sono i risultati raggiunti dal Progetto Rocca nel corso dei suoi 10 anni di vita. Il Progetto Roberto Rocca, nato nel 2005, supporta attività di studio e ricerca favorendo interscambi di studenti di Laurea magistrale, dottorandi e giovani ricercatori tra Politecnico di Milano e MIT di Boston, costruendo un vero “ponte d’acciaio” tra il primo Ateneo al mondo nell’area tecnico-scientifica e la prima università italiana in questo ambito. Negli anni futuri, il Politecnico di Milano beneficerà in particolare della crescente integrazione tra Ingegneria e Scienze della Vita che il MIT ha deciso di perseguire, un approccio che fornirà ai partecipanti “politecnici” al Progetto una visione multidisciplinare delle proprie linee di ricerca.Il Progetto, attraverso la Fondazione Fratelli Agostino ed Enrico Rocca, ha garantito in 10 anni un finanziamento totale di 2,5 milioni di dollari. Il rinnovo prevede di portare lo stanziamento a 280 mila dollari all’anno per il periodo 2015-2020.

Tags:
politecnico di milanomit bostonricercauniversitàprogetto rocca







A2A
A2A
i blog di affari
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime
Covid, lockdown in autunno: la colpa sarà dei non benedetti dal siero
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.