A- A+
Milano

di Fabio Massa

22.45 - Questi i dati definitivi di Milano città: hanno votato  43.138 cittadini. Le percentuali ai tre candidati risultano così ripartite:  24,59% Orlando; 3,29% Emiliano; 72,12% Renzi.

22.18 - Lamberto Bertolè, presidente del consiglio comunale di Milano, sostenitore di Orlando ad Affaritaliani.it: "Ci potrebbero essere defezioni dopo la vittoria di Renzi? "Non credo. L'obiettivo ora è far tornare a partecipare e a votare il Pd le molte persone che non hanno partecipato e che si sono allontanate da noi. Si vince prendendo tutto il vento del centrosinistra quindi allargando il campo e ricostruendo le motivazioni della partecipazione - ha spiegato Bertolè, che poi ha detto, sulla mancata dichiarazione di voto di Sala - Ha scelto di fare il sindaco di una città complessa e di una coalizione ampia. Il modello Milano è questo, un centrosinistra unito che governa e che include".

22.16 - Al 60 per cento circa dello spoglio l'affluenza finale stimata dovrebbe essere di circa 83mila persone. Risale leggermente nell'area metropolitana Orlando, che arriva al 23 per cento, Renzi al 75 per cento, 2,5 per cento Emiliano. Sulla città invece Orlando si attesta al 24,5 per cento, Renzi al 72,2 per cento, Emiliano al 3,3 per cento.

21.51 - Beppe Sala ha votato da solo, questa mattina alle 10 al CAM di corso Garibaldi. Malgrado tutte le insistenze della dirigenza renziana, il sindaco ha preferito non esporsi fino all'ultimo, neppure accompagnandosi con qualche esponente per una dichiarazione di voto "soft". Del resto nel termometro della politica si registra un gelo mai visto sull'asse Renzi-Sala. Un gelo che solo Maria Elena Boschi ha cercato di mitigare, dopo il convegno "STEM in the city", con una colazione insieme, secondo quanto può riferire Affaritaliani.it Milano.

21.42 - Pietro Bussolati, segretario metropolitano: "Ci attendiamo un dato su Milano metropolitana tra i 90 e i 100mila votanti. Su Milano città circa 40mila votanti. All'ultimo congresso erano stati 142mila. 75,3 Renzi, 2,1 Emiliano, 22,6 Orlando. Su Milano i dati sono simili, Orlando avanza di 1,5%. Queste sono proiezioni al 40 per cento dello spoglio. Il seggio "speciale" per i fuorisede ha raccolto il 72,6 Renzi, 21,8 Orlando e 4,8 Emiliano".

21.40 - Alessandro Alfieri: "Le proiezioni in Lombardia sulla partecipazione attestano risultato ben oltre le 200mila persone. Per quanto riguarda i risultati, le proiezioni sono al 76,5 Renzi al 20 per cento dello spoglio. Al 23 per cento Orlando, 0,5 per cento Emiliano (presente solo in 5 collegi su 30). Vorrei ringraziare gli oltre 6mila volontari. Siamo l'unico partito che davvero coinvolge gli elettori, e che pratica compiutamente la democrazia".

21.26 - Nella Regione Lombardia l'affluenza si attesterà "oltre le 200mila persone". L'ultima volta furono 370mila. Per Alessandro Alfieri, segretario regionale del Pd, si tratta di "un risultato straordinario, una grandissima partecipazione. Non ci aspettavamo tutta questa partecipazione. Si dimostra che il Pd è una realtà viva. I primi risultati vedono Matteo Renzi al 77 per cento, mentre Orlando è al 23 per cento".

21.03 - IN tutta la Regione Lombardia si chiuderà, probabilmente, con una affluenza di circa 200mila persone. Il calo nell'affluenza previsto sarà di circa il 30 per cento.

21.00 - I primissimi dati sullo spoglio dei circoli raccontano di un Matteo Renzi in grande vantaggio sui competitor: oltre il 70 per cento avrebbe scelto l'ex premier.

20.58 - L'affluenza non crolla. Diminuisce ma non crolla. Il primo dato dalle primarie del Pd dell'area metropolitana di Milano racconta di un flusso di votanti, alle 17.00 di poco inferiore ai 63mila registrati l'ultima volta. Secondo le previsioni il dato dovrebbe scendere, ma non crollare.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
renziprimariepdlombardiaorlandoemiliano






A2A
A2A
i blog di affari
Draghi, l’Ue e il neoliberismo che uccide la classe operaia
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Zaino sospeso: l'iniziativa continua
Vaccino, Camilla Canepa morta: cade la formula "nessuna correlazione"
L'OPINIONE di Diego Fusaro


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.