A- A+
Milano
Qatar Gate, il Belgio rinuncia alla consegna di moglie e figlia di Panzeri

Qatargate: il Belgio rinuncia alla consegna della moglie e della figlia di Panzeri

L'ufficio del giudice istruttore di Bruxelles Michele Claise oggi pomeriggio ha inviato alla presidenza della Corte d'appello di Brescia la nota formale con cui il Belgio rinuncia alla consegna di Silvia Panzeri e Maria Dolores Colleoni, figlia e moglie di Antonio Panzeri, l'ex eurodeputato in carcere per il Qatagate, destinatarie di un mandato d'arresto europeo e ai domiciliari dallo scorso dicembre. La nota con cui la magistratura belga spiega di non avere più interesse alla consegna è stata, quindi, girata dal presidente della Corte, Claudio Castelli, ai due collegi che nelle scorse settimane avevano dato il via libera al trasferimento delle due donne in un carcere del Belgio. I giudici domani si riuniranno per la decisione che, salvo colpi di scena, è scontata: revocheranno la misura cautelare con un non luogo a provvedere e quindi le due donne torneranno libere. Come è stato spiegato, in questo caso "particolare" non è necessaria la formalizzazione dell'atto di rinuncia da parte del Ministero della Giustizia.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
belgiodetectivepanzeriprocura di milanoqatar gate






Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.