A- A+
Milano
'Qurami', il biglietto all'anagrafe di Milano si prende con un'App

E’ stato presentato a Palazzo Marino dagli assessori Franco D’Alfonso (Servizi Civici) e Cristina Tajani (Sviluppo economico e Smart City) il servizio QURAMI, la prima App per smartphone e tablet che consente ai cittadini di risparmiare tempo “staccando” il proprio biglietto di prenotazione allo sportello di ogni sede anagrafica del Comune di Milano direttamente dal proprio dispositivo mobile. “Grazie a questa App i servizi anagrafici del Comune diventano sempre più a portata di cittadino. Un altro nuovo servizio, innovativo e rivoluzionario, sia sotto il profilo tecnologico che dal punto di vista della trasparenza con cui l’Amministrazione vuole migliorare sempre di pi&ug rave; il modo di comunicare con i propri cittadini”. Così l’assessore ai Servizi Civici Franco D’Alfonso che prosegue: “Con questo nuovo strumento Milano è tra le prime grandi città italiane a utilizzare questo servizio, dopo l’esperienza di Roma, Firenze e Trieste.

Un tool tecnologico che si affianca ai già oltre 95mila certificati richiesti on line dai milanesi ogni anno. Milanesi che così potranno ottimizzare i 32 minuti di attesa media per l’ erogazione del servizio allo sportello facendo altro e rendendo più efficiente e veloce il lavoro degli uffici”. “Un nuovo servizio che dimostra come Milano e la sua Amministrazione siano attivi nello sviluppare una città sempre più smart in cui l’uso intelligente della tecnol ogia è fondamentale per migliorare i servizi a disposizione di cittadini e city users”. Così l’assessore con delega alla Smart City, Cristina Tajani che aggiunge: “Questa collaborazione Pubblico-Privato rappresenta un bel modello di riferimento per sviluppare una visione di città metropolitana, della sua mobilità e del suo sviluppo urbano, intelligente e sostenibile”.

Nell’ultimo anno sono stati oltre 334mila i certificati rilasciati dalle 15 sedi anagrafiche presenti sul territorio comunale. Di questi oltre 95mila sono stati emessi attraverso il web, senza recarsi fisicamente agli sportelli. I certificati on line più richiesti sono il certificato di residenza 36mila e i certificati contestuali 23.000 (residenza, stato di famiglia e cittadinanza). Anche le pratiche di cambio residenza o indirizzo inviate via e-mail all’Anagrafe hanno raggiunto un ottimo risultato, attestandosi sul 20% sul totale con un trend in crescita del più +8% rispetto al 2014. Grazie all’App QURAMI l’accesso agli sportelli anagrafici sarà ancor più agile e veloce potendo “entrar e” in ognuna delle quindici sedi anagrafiche del Comune per controllare i tempi d’attesa agli sportelli e staccare virtualmente il proprio biglietto di prenotazione. Una volta scelta la sede più vicina l’app calcola automaticamente i tempi di percorrenza, georeferenziando il luogo dal quale l’Utente si collega e avvertendo poi l’interessato quando il suo numero sta per essere chiamato. Il biglietto virtuale si integra perfettamente con il flusso di quelli cartacei, evitando così duplicazioni. Allo sportello sarà sufficiente mostrare all’impiegato il proprio biglietto virtuale sul telefono per accedere ai servizi, risparmiando così il tempo di trasferimento verso la sede oppure ottimizzando il tempo di attesa con altre commissioni. L’App, è scaricabile gratuitamente da tutti i principali store di applicazioni: Android, Apple, Blackberry e Windows Phone.

Tags:
quramianagrafecomune di milanofranco d'alfonocristina tajani







A2A
A2A
i blog di affari
Covid, aspettiamo che arrivi un governo militare: del resto "siamo in guerra"
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Filming Italy Sardegna Festival, conclusa la 4ª edizione con oltre 50 titoli
Alkemia sigla contratto triennale con l’India per materie prime


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.