A- A+
Milano
Refettorio ambrosiano: cena di beneficenza con 4 chef stellati

Domenica 9 agosto, ore 20, per la prima volta il refettorio ambrosiano apre le porte al pubblico, con una cena di beneficenza preparata da quattro chef stellati latino-americani. All’opera ci saranno il messicano Enrique Olvera, il cileno Rodolfo Guzmán, il venezuelano Carlos Garcia, l’urugayano Matías Perdomo. Grandi nomi chiamati da Massimo Bottura a condividere e sostenere il progetto ideato dallo chef modenese e realizzato da Caritas ambrosiana per diffondere la solidarietà e contrastare la cultura che vorrebbe ridurre cose e uomini a scarto.

Oltre a gustare il menu stellato che sarà proposto, si potranno ammirare le opere d’arte e gli arredi che adornano gli ambienti e che fanno di questo luogo un posto unico in cui “Bello” e “Buono” cercano un’inedita coniugazione: la scultura, all’ingresso, di Gaetano Pesce, il quadro di Carlo Benvenuto e il grande affresco di Enzo Cucchi sulle pareti della sala, all’esterno l’insegna al neon di Maurizio Nannucci. Oltre naturalmente ai tavoli scolpiti nel legno da 13 grandi designer italiani. Insomma un’occasione unica per scoprire e sostenere tutti i valori di questa originale iniziativa.

Per partecipare alla serata occorre collegarsi al sito http://www.noexcuse.refettorioambrosiano.it/ e prenotare uno dei 96 posti disponibili facendo un’offerta a partire da 100 euro. Il ricavato della serata finanzierà il progetto destinato a durare anche a Expo conclusa. Il refettorio ambrosiano è operativo da primi di giugno. In oltre due mesi, già 20 chef tra i più rinomati e provenienti da tutto il mondo hanno improvvisato ogni sera un menù diverso, trasformando le eccedenze di Expo in eccellenze e offrendole agli ospiti dei centri di accoglienza di Caritas. «Fino a oggi abbiamo recuperato da Expo 4 tonnellate di cibo che sarebbero state buttate via e, dunque, rubate ai poveri”, come ha sottolineato recentemente papa Francesco. È ancora poco, rispetto a tutto quello che viene sprecato. Ma è un segno che ci auguriamo faccia riflettere, anche dopo Expo», sottolinea Luciano Gualzetti, vicedirettore di Caritas ambrosiana.

Tags:
refettorio ambrosianocaritasmassimo bottura







A2A
A2A
i blog di affari
"Unite civilmente, se una delle due morisse a chi va l'eredità?"
di Avv. Violante Di Falco *
De Donno, eroe della medicina democratica che non piaceva ai potenti D. FUSARO
L'OPINIONE di Diego Fusaro
Salento: pastella, cozze aperte all’ampa... Chi l'ha detto che si mangia male?
di Francesca Micoccio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.